Si gioca solo per l’Europa: Samp in B, Juve e Roma fuori dai giochi Champion’s.

0
26

Se si trattasse di un processo, quasi tutte le sentenze sarebbero pressocché emesse.
La penultima giornata suona la squilla della salvezza aritmetica per i salentini del Lecce che, in virtù della vittoria esterna sui cuglini baresi, guadagnano la permanenza nella massima serie anche per il prossimo anno; frutto della caparbietà di una squadra che nelle prime diciannove partite aveva incassato trentasei reti e trovato la prima vittoria esterna solo all'ultima giornata del girone d'andata. La Sampdoria scende in serie B dopo otto anni, avendo totalizzato nel girone di ritorno solo dieci dei trentasei punti che l'hanno condannata. La Samp era nona alla fine del girone d'andata, poi una campagna cessioni sconsiderata (almeno dal punto di vista sportivo) ha determinato un crollo verticale. Sampdoria, Brescia e Bari sono le tre retrocesse in serie B.
In zona Europa League, la Juve fa seppuku davanti al Parma, punita da un Giovinco dato via troppo frettolosamente e solo la contemporanea sconfitta della Roma regala ai torinesi la speranza di un posto in Europa League, speranza molto flebile, visto che ai giallorossi basterebbe un pareggio contro la già retrocessa Sampdoria per guadagnare un posto nella competizione europea meno prestigiosa.
Nel posticipo il Napoli ha guadagnato la matematica certezza del terzo posto e l'Inter del secondo. Il posto Champion's attraverso i preliminari se lo giocheranno Udinese (65 punti) e Lazio (63). Nell'ultima gara della stagione i friulani incontreranno in casa il Milan campione d'Italia mentre i biancazzurri andranno a Lecce. Palermo già sicuro di disputare l'Europa League comunque vada la finale di Coppa Italia perché l'Inter ha guadagnato l'accesso diretto alla Champion's.

Domenico Infante – Napolisoccer.NET

LASCIA UN COMMENTO