GAME OVER – Iacobelli: “A Lecce troppo nervosismo. I contratti andrebbero rispettati”

6
71

gameoverNuovo appuntamento con "GAME OVER", la rubrica settimanale di approfondimento e di analisi sul momento del Napoli, curata da mister Agostino Iacobelli per Napolisoccer.NET.
Una sconfitta come quella di Lecce ci può stare. Voglio andare controcorrente. Ci può stare che dopo un’annata così si possa giocare una partita del genere. Ci può stare di perdere a Lecce, considerando anche che al Napoli basta un punto con l’Inter per approdare direttamente al tabellone principale di Champions. L’unica nota che non mi è affatto piaciuta è stato il nervosismo mostrato in campo dai giocatori. Anche un calciatore calmissimo come Cavani ha perso le staffe in una partita che essenzialmente doveva essere tranquilla. Nervosismo dovuto all’ “affaire Mazzarri”?
Se così fosse allora sarebbe un grave problema. Anche perché nelle prossime due partite le avversarie degli azzurri saranno Inter (senza Cavani) e Juventus. Due sconfitte potrebbero seriamente compromettere l’approdo diretto alla Champions essendo il Napoli in svantaggio negli scontri diretti con l’ Udinese. Le parole del presidente De Laurentiis non hanno certo gettato acqua sul fuoco, anzi. Ormai il matrimonio fra Mazzarri e Napoli si sta malinconicamente avviando verso il divorzio. Non che a me interessi più di tanto che rimanga il mister livornese o che arrivino i vari Ranieri, Delio Rossi ( che sono però più abituati a piazze caldi vedi Roma e Palermo) e Gasperini, perché io voglio solo il bene del Napoli. Ma mi sorge spontanea un domanda. Ma questi contratti a cosa servono? La firma su un contratto non vale più niente? Perché un certo Guardiola, che ha tutti i club d’ Europa a fargli la corte dice: “Ho un contratto con il Bracellona da rispettare” e Mazzarri non prende neanche in considerazione il vincolo che lo lega al Napoli fino al 2013? Forse è un’idea mia personale, ma quando si firma un contratto bisogna rispettarlo fino in fondo altrimenti sarebbe un controsenso stipulare triennali e quadriennali. Stipuliamo solo contratti annuali con opzioni per le stagioni seguenti. Certo scopriremo nelle prossime puntate come finiranno le cose, ma il mio dubbio non si risolverà tanto facilmente. Intanto vediamo di abbassare i toni e di conquistare questo punticino che sancirà il definitivo ritorno del Napoli nel circolo delle squadre che contano ed è quello che meritano i tifosi, per tutto l’ amore che ogni domenica donano al Napoli. L’ unica cosa che mi sentirei di dire ai tifosi azzurri è di mantenere l’equilibrio. Di essere più critici con la squadra nelle vittorie e più transigenti nelle sconfitte. Per il bene del Napoli e del calcio.

Agostino Iacobelli per Napolisoccer.NET

 



6 Commenti

  1. ora che nn si arrivi direttamente in champion e nn si faccia un punto mi sembra esagerato”””’d accordo sul discorso contratti e anche sul fatto che mazzarri si levi dai ”””””””’ e prenderei RANIERI pero’ questa rosa va rinforzata x la champion caro presidente

  2. Ranieri per questo Napoli. Con lui si va sul sicuro. Un signore nel Calcio, non comq quell’ ingrato di Mazzarri. Servono però anche degli acquisti mirati. due difensori centrali, un centrocampista e una punta. E ovviamente nessuna cessione di peso.

  3. Cerchiamo di fare questo benedetto punto già domenica sera, gli azzurri prima di scendere in campo avranno il vantaggio di conoscere il risultato dell’Udinese che se non dovesse vincere a Verona renderebbe tutto più facile al Napoli. Sinceramente se Mazzarri dovesse andare via sarebbe un peccato, soprattutto perchè si perderebbe quel vantaggio che si ha quando un allenatore già conosce i giocatori e l’ambiente. Personalmente Ranieri non piace, tra i candidati vedo bene Gasperini, perche attua lo stesso modulo con la difesa a tre, e Delio Rossi.

  4. daccordissimo ! sia x il punto che sicuramente faremo sia x la necessita’ di elevare il tasso tecnico della squadra, ma senza core ingrato, senza un personaggio che con tutti i suoi limiti tattici mi pareva una personcina seria soprattutto un uomo da spogliatoio ma evidentemente mi sbagliavo perche’ cosi’ facendo ha dimostrato palesemente di atteggiarsi a eroe a profeta senza pero’ quella pecuniare dote che contraddistingue i grandi : la modestia !

  5. secondo me e facile prendersela con mazzarri, siate sinceri da quanto tempo non si vedeva una squadra giocare al calcio cosi come ha fatto il napoli? se va via avremo di certo perso un opportunità, e sono certo ripetendolo fino alla noia, che le colpe sono solo ed esclusivamente della società. il discorso del progetto fatto ieri da de laurentis la dice lunga, fossimo arrivati 5 beh ci poteva stare l’ipotesi del progetto o per meglio dire del quinquennio, il fatto è che il napoli e terzo (il punto lo conquisteremo domenica sera) e che ha lottato per il titolo fino a qualche settimana fa a ben 5 partite dalla fine del campionato a 3 !!!!!!! punti dal milan!!!!!!! e con la partita in casa. nessun quinquennio, si dovrebbe anticipare il progetto renderlo esecutivo già da adesso, comprando due centrocampisti piu forti, non kaka e gerrard ma due piu forti tra gargano blasi pazienza e yebda, e almeno un paio di alternative serie superiori a sosa mascara vitale lucarelli, insomma qui non ci voglioni investimenti per centinaio di milioni, certo saranni cifre considerevoli, tipo quello fatto per donadoni mi pare circa 50 milioni, ma se si vuole confermare la posizione in camponato e magari fare semplicemente bella figura nella champions mi sembra un fatto normale. vedete il problema non e tanto vincere ma restare tra quelli che lo possono fare, se lotti per l’europa legue l’anno prossimo perderemo cavani o lavezzi o hamsick. sono sicuro invece che questa società per indirizzo non si pone questi traguardi dispendiosi, ma allora perchè non dirlo, perchè nascondere ciò che poi fatalmente diventa esplicito. dimenticate che già reja voleva il doppio giocatore per ruolo, ha chiesto per anni l’esterno sinistro e abbiamo aspettato mazzarri per averlo – dossena – de laurentis fa quello che vuole che sarà pure quello che può, ma allora non prendiamocela con chi pensando di poter vincere, credendo nelle proprie possibilità decide di sfidare il destino andando in un altra piazza, non accusiamolo di tradimento, nel mondo del calcio non esistono bandiere, non funziona così e lo sa anche de laurentis, e molto piu semplice accusare gli altri per nascondere i propri limiti, non posso che sperare di sbagliare, mi auguro di dover chiedere scusa a chi come adesso crede in de laurentis, dimenticandosi che negli ultimi tre anni il napoli poteva giungere a traguardi maggiori, consigli per gli acquisti infine: inler 13 milioni borja valero 16 un centrocampista di fascia meglio sinistro diciamo un calciatore tra 8 e 10 milioni siamo a 40 circa magari attravewrso gli scambi un altro paio di riserve ma seriamente utilizzabili oltre a fernandez e matvaz, mazzarri in panchina con il suo staff e ne riparliamo, questo non e semplice tifo ma cerca di essere un ragionamento forza napoli a tutti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here