Palermo-Napoli: per i rosanero l’uomo in più è Balzaretti

3
27

Con il ritorno di Delio Rossi sulla panchina rosanero, il Palermo ha raccolto sette punti in tre partite: due vittorie (Roma e Napoli), un pareggio (subito in doppia rimonta dal Cesena in extremis). Insieme ai romagnoli la squadra di Rossi detiene il secondo miglior score delle ultime tre settimane dietro alla capolista Milan, en plein di vittorie tra la 32° e la 34° giornata. Rossoneri la cui ultima sconfitta in campionato risale proprio al Barbera (unico risultato positivo con Cosmi alla guida).
Il Palermo delle ultime giornate è una squadra tonica mai arrendevole ma disattenta, in grado di ribaltare il risultato contro squadre di alta classifica e di farsi raggiungere in pieno recupero a risultato che sembrava già acquisito.
Contro il Napoli l'undici di Delio Rossi è stato costretto a rincorrere lo svantaggio fin da inizio gara per poi ribaltarlo nell'arco di 8 minuti prima del rientro negli spogliatoi. La densità del gioco rosanero si è sviluppato principalmente nella zona mediana del campo (38%) con ripetute sortite offensive lungo l'out sinistro (42%) e per vie centrali (33%). Il versante destro è stato impiegato nel 25% delle proiezioni in avanti. Il Palermo ha cercato la conclusione a rete in 18 occasioni, 5 delle quali nello specchio della porta difesa da De Sanctis. Dati questi che consentono ai rosanero di prevalere rispetto ai partenopei in termini di pericolosità creata alla retroguardia avversaria (56.3% rispetto al 33.8% della squadra di Mazzarri) nonchè nella percentuale di attacco alla porta azzurra (59.6% contro il 45.3% del Napoli). Balzaretti e Hernandez risultano essere i giocatori ad aver tentato maggiormente il tiro in porta, in totale 4 conclusioni ciascuno (per Balzaretti un diagonale che vale il goal del pareggio). Bene anche Bovo (autore del vantaggio) e Nocerino, rispettivamente 3 e 2 tiri.
Balzaretti assoluto protagonista anche in fase di costruzione del gioco. L'esterno sinistro è il giocatore con il maggior numero di giocate utili realizzate (52) nonchè il rosanero ad aver recuperato il maggior numero di palloni agli avversari (26, a pari merito con il suo compagno di reparto Bovo). In totale il Palermo ha giocato 572 palloni con una percentuale di passaggi riusciti pari al 60.8%.
Eccezion fatta per l'ingenuità iniziale di Cassani, la retroguardia rosanero ha mostrato affidabilità e solidità, totalizzando una percentuale di protezione dell'area pari al 54.7%, anche in questo caso superiore al Napoli fermo al 40.4%.

 
Fonte: Osservatorio Calcio Italiano

 

Condividi
Articolo precedenteGAME OVER – Iacobelli: “Non sprechiamo quanto di buono fatto e ricominciamo a correre”
Prossimo articoloCavani non esulta dopo il goal perchè signori si nasce
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO