Quagliarella: Auguro al Napoli di arrivare sempre più in alto ma sempre dietro la Juve

53
15

Che il suo addio trascinasse dietro di sè veleni e polemiche era chiaro a tutti, ancor più chiaro lo era quando, invece di affrontare i microfoni raccontando la verità aveva fatto delle affermazioni, da Torino, che il suo stesso procuratore si era affrettato a smentire.
In una intervista alla Gazzetta dello Sport, sintetizzata da Napolisoccer.NET, adesso rivendica una credibilità che per i napoletani ha perso nella serata di Boras, quando Cavani a suon di goal ha cancellato l'icona del bacio della maglia dalla mente dei tifosi azzurri.
Quagliarella parla e si lamenta di guadagnare (a parità di stipendio) meno che a Napoli: "Qui guadagno la stessa cifra di Napoli, con la differenza che pago casa e pure i ristoranti, visto che vivo da solo e non so cucinare". Peccato che il suo sacrificio, a quelli che guadagnano lo stipendio senza capricci, lavorando in silenzio, sembra poca cosa, è talmente ininfluente la spesa di un pasto per chi guadagna quanto lui, che verrebbe voglia di spedirgli un blocchetto di buoni pasto della Charitas in modo da compensare.
Di Napoli dice che gli manca il mare, ma come avrebbe detto Pino Daniele "chi tene 'o mare 'o ssaje, nun tene niente…" e noi napoletani, la gente che "cammina cu 'a vocca salata" il mare lo "teniamo" davvero, anche quelli che, come chi scrive, "sta luntano e te fa' senti comme coce". 
Chiude l'intervista, il signor Quagliarella, con la frase che fa da titolo a questo articolo: "
Il Napoli terzo in classifica? Mi fa piacere, gli auguro di arrivare sempre più in alto, ma sempre dietro la Juve" e conferma tutti i nostri giudizi sul suo conto. Il bacio della maglia? Abbiamo tutti memoria di altri baci come il suo, persino nelle Sacre Scritture.

Domenico Infante – Napolisoccer.NET

Condividi
Articolo precedenteParma: Batte la Sampdoria e lascia la coda
Prossimo articoloEspanyol: Datolo fuori per una cisti sinoviale
Napoletano, scrittore, impara a leggere prima di riuscire a dire "a cuoppo cupo poco pepe cape, poco pepe cape a cuoppo cupo" e tutti gli altri scioglilingua in napoletano che gli insegnava suo padre. La passione per il calcio risale al nonno paterno del quale porta il nome.

53 Commenti

  1. non lo so se (ancora nostro) Quagliarella abbia veramente detto queste cose.Comunque vanno commentate con animo sportivo (è chiaro che gioca in un’altra squadra e vuole vederla andare avanti)e non da tifoso.

  2. Fabio conosco un tipo come te si chiama salsero dela ti sarò riconoscente tutta la vita per questa cessione, dpo averci liberato di quagliarella possiamo anche andare in serie b,

  3. No comment!!!
    (parlare ancora di costui accostandolo se pur in modo metaforico, al Napoli e a Napoli), è una boccata di ossigeno di cui il personaggio in questione non merita……come recita un antico proverbio Napoletano, “adda murì cò fiet e ggraun” (DEVE OSSIGGENARSI DI SOLO FUMO DI CARBONE ALLA BRACE!!!!

  4. Ma questo se le cerca??
    IL GRANDE DIEGO LO HA INSEGNATO… CHI AMA LA MAGLIA NON HA MAI TRADITO…E NEANCHE PER SOLDI SE NE E’ ANDATO.

    e t’agg fatt pure a rima…..ciao ***rella…

  5. “Qui guadagno la stessa cifra di Napoli, con la differenza che pago casa e pure i ristoranti, visto che vivo da solo e non so cucinare”.
    questo secondo me deve essere una mela annurca stratosferica…

  6. Io invece gli auguro di vivere tutta la sua vita a Torino, di sposarsi una torinese e che i suoi figli lo chiamino terrone….e mangiare la bagnacauda a natale e capodanno …. juventino dentro…

  7. Quanto mi dspiace che il povero quaglia guadagni meno che a Napoli che non abbia la mamma x cucinargli i maccheroni…. Non ho parole ! di fronte a simili affemazioni non ho parole non è la prima volta che simili cose accadono tante è vero che a Napoli esiste una colonia numerosissima di juventini… si vede che anche lui è tifoso della juve, ma allora xchè baciare la maglia..quella Azzurra? forse voleva portare iella ? allora sta bene dove sta.. senza mare senza pizza e senza il calore dei Napoletani Ciao quaglia a non piu’ rivederci…!

  8. ma come fa una persona a parlare in quel modo? probabilmente voleva fare o guappo ma sicuramente non potendolo fare se ne fuggito alla giuve…sei e sempre sarai la ****…spero che non gli venga voglia di ritornare…

  9. Una persona senza dignità che si lamenta di doversi pagare i pasti, poverino…..è proprio vero che accattoni si nasce…..tu sei campano (giammai napoletano ) evidentemente per sbaglio , dei napoletani non possiedi di certo la generosità . Traditore !!!!

  10. Non c’è nienta da dire quagliarella è uno dei tanti napoletani che tifano juve, voglio solo vedere se avrà la faccia tosta di scendere in campo al san paolo comunque ti aspettiamo cosi tornerai a casa da perdente come è stata e sarà la tua carriera non hai mai vinto niente e adesso hai perso pure la tua città e la tua gente! forza napoli e forza lavezzi.

  11. Ma il padre, che parlava sempre dell’amore del figlio per Napoli……… che fine ha fatto?
    E la madre, i parenti tutti……………….che pensano di questa merdarella di uomo?
    Vergognati……
    Quando verrà a Napoli con la sua beneamata Signora, lo dovremo ignorare, ne fischiare ne applaudire, ignorare completamente, come fosse un raccattapalle……………..

  12. Caro Quagliarella (detto o’ trasformista) ti auguro con tutto il cuore di fare alla rubentus le stesse prestazioni di m….che hai fatto l’anno scorso a Napoli.
    Ritengo che ci sia un abisso tra te e il matador: Cavani, i gol li costruisce e se li guadagna, difendendo pure, tu (o’ trasformista), invece, aspetti comodo in area di rigore che qualcuno ti metta il pallone sulla testa o tra le gambe, per spingerlo semplicemente in porta.
    Dunque, rimani pure a fare danni alla rubentus, noi non ti rimpiangiamo affatto.
    FORZA NAPOLI.

  13. queste dimostrazioni confermano che la quaglia a napoli si credeva di fare il maradona e l’idolo di turno..nn aveva capito che la gente lo apprezzasse ma nn nel modo che lui credesse…..ora si e visto che fine sta facendo ogni giorno ne spara una nuova contro il NAPOLI….squadra che appartiene al popolo e alla gente di certo nn a lui

  14. poverino il quaglia….ora gli tocca pagare il ristorante tutti i giorni…….
    magari nn ce la fa nemmeno ad arrivare a fine mese…..ma quanto mi dispiace………
    MA VA A FANC:::QUAGLIA!!! qua c e gente che nn ce la fa nemmeno ad arrivare a fine mese e sn persone istruite…
    tu con 2 calci ad un pallone e conoscenza di italiano zero ti lamenti pure……ringrazia la vita!!
    e ringrazia napoli che ogni giorno esci sul giornale cn qualche intervista….

  15. Napoli ti ha onorato come un eroe dopo i mondiali…. tu già sapevi di andartene…. ma non dicevi nulla. Ho sofferto alla notizia della tua cessione perchè ti credevo il vero simbolo della nostra napoli. Dopo 3 mesi che ti sento rilasciare queste dichiarazioni sono davvero entusiasta che te ne sei andato. Falso, traditore, moccioso, ignorante. Il coraggio di esultare dopo i goal con i tuoi tifosi juventini però non lo trovi vero? Impegnati vedrai che supererai anche questo tabù, bacia la tua maglia a strisce sotto la curva, completa la tua figura di professionista, altrimenti i tifosi potrebbero pensare che sei alla juve solo per opportunità!

  16. Questo “fù il Quagliarella”. Spero, come richama anche il giornalista nell’articolo, in riferimento alla Sacre Scritture, che il Sig. Quagliarella non gli venga mai in mente di interpretare oltre al personaggio di Giuda il personaggio della parabola del “Ritorno del figliol prodico” perchè questa volta il sacrificio non sarà sicuramente l’aglello.

  17. io invece dico che bisogna ringraziarlo per essere andato via , se no ci perdevamo le magie di cavani , la rinascita del pocho, e l unità ritrovata nello spogliatoio. grazie quaglia, noi abbiamo bisogno di uomini , e tu non lo hai dimostrato affatto .PS se vuoi un piatto di spaghetti , passa da pinerolo , che nella nostra povertà , a napoli si dice che dove mangiano 3 persone ,possono mangiare anche in 4. ma come fai a non vergognarti!!!!

  18. Quagliarella ma fammi il piacere non parlare più del Napoli che dici solo caxxate con quella bocca. Ti ringrazio perchè te ne sei andato e al posto tuo c’è un certo Cavani (capocannoniere della A) che l’abbiamo pagato con i tuoi stessi soldi ma vale 3 volte di più a te…

  19. Però in questo articolo non c’è scritto che il napoli lo aveva venduto a una squadra russa prima che arrivasse l’offerta della juventus… Forse era meglio rimanere in Italia che andarsene in Russia, o che rimanere in una squadra dove la società non confida più in te… Guardate l’aspetto da tutti i punti di vista e non solo da tifosi!

  20. Ragazzi ma vi immaginate che per qualche miracolo a fine anno la Juve non lo riscatta? Mamma mia che goduria…. se fossi De Laurentiis poi lo venderei alla Prosciacquapallese!!!!!!!!!!!!!!! Quagliarella sei una chiavica!!!!… troppo anche per la Juve. E ho detto tutto! Forza Napoli!!!!!!!!!!

  21. Sapete cari amici mi dispiace sentire tutti i vostri commenti sulle dichiarazioni rilasciate da Quagliarella, mi dispiace soprattutto per lui che dimostra ancora la sua poca maturità e professionalità, dire determinate cose non fanno altro che aizzare le persone contro di lui, non è giusto dire che per mangiare deve pagare o farsi lavare i panni, mi dispiace anche per i genitori che dopo tutte queste dichiarazioni non abbiano preso provvedimenti, cercare di fargli capire che la vita non è solo calcio e che ci sono persone che per mangiare devono lavorare anche sedici ore al giorno per cercare di portare qualcosa ai suoi cari.
    Quindi caro Fabio ti consiglio di far prima lavorare il cervello e dopo che sei convinto che hai elaborato qualcosa di costruttivo pensaci ancora 1000 volte.
    Sei davvero una grande delusione per la gente di napoli.

  22. se fossimo tutti uniti e compatti – quando arriva la Juve al s.paolo – dovremmo dimostrare a fabio la massima indifferenza.Nessun fischio,nessun applauso,solo applausi per Cavani..a lui niente…di niente….la nostra indifferenza sarebbe notata da tutti tutti…..

  23. Quagliarella , o chiaggnazzar
    Ora non piange piu’ , e’ nella sua squadra del cuore
    Gli hanno gia’ regalato qualche gol in fuorigioco , e se continua cosi’ diventa capocannoniere ,
    Ha lo stile della sua squadra del cuore

  24. quagliarella a napoli e per noi tifosi napoletani eri diventato un idolo, ora sei diventato per noi una NULLITA’ .IL bacio alla maglia del napoli per noi a un significato molto speciale è come il bacio dopo essersi fatto il segno della CROCE . Vergognati ,ridicolo mercenario e juventino di cuore !!!!!!!!!!!! sei invitato di non parlare mai più del GRANDE NAPOLI . Forza napoli

  25. un vero tifoso napoletano non dirà mai le cose che hai detto tu caro quaglietta, ripeto un vero tifoso doc napoletano…evidentemente tu sei torinese e allora in questo caso fai bene a tifare per la rubentus …non ti offendiamo perchè noi SIAMO ORGOGLIOSI DI ESSERE NAPOLETANI….

    forza napoli

  26. quagliarella ,se prima di essere un calciatore amassi davvero il napoli, anche se sei di castellamare di stabia, non diresti ciò che hai detto quindi da oggi in poi ,per coerenza devidire veramente con chi stai e di chi sei tifoso,cioè dello stabia.
    diciamo che a napoli volevi comandare e non ti è riuscito,non credo che comanderai alla juve.

LASCIA UN COMMENTO