Il trio delle meraviglie : croce e delizia

0
103

Hamsik – Lavezzi – Cavani, croce e delizia, genio e sregolatezza, sogno e rimpianto. In tre, 74 anni e 42 gol, con una valutazione di mercato che cresce a dismisura, rappresentano il fiore all'occhiello della squadra napoletana.
I loro gol e le loro prestazioni sono stati spesso determinanti ai fini del risultato. Il valore assoluto di ognuno di loro è indiscutibile e le continue attestazioni di stima da parte dei club italiani e stranieri ne sono la testimonianza. Hamsik è tra i giovani centrocampisti europei più ammirato, Lavezzi è l'uomo assist per eccellenza e Cavani, con i sui 26 gol, contende a Di Natale il titolo di capocannoniere.
Tessute le lodi va però detto che questa stagione ha messo in risalto anche i loro limiti. Lo slovacco in alcune partite scompare del tutto, privando la squadra del suo prezioso apporto. Una discontinuità imbarazzante per un talento come lui. Lavezzi non riesce a far del gol una sua virtù. L'ultima sua rete in campionato risale alla partita di Parma, mentre al San Paolo non segna dalla partita con il Milan, 25 ottobre 2010. Carattere focoso, incappa spesso in gesti sconsiderati che gli costano giornate di squalifiche ( ha saltato 4 delle ultime 9 gare e precisamente con il Catania, il Milan, il Brescia e il Palermo). Cavani, dal canto suo, nelle partite senza il pocho è sembrato inconsistente.
La partita con il Genoa di sabato prossimo è un esame di maturità anche per loro, troppo importante conquistare i 3 punti e blindare la qualificazione alla prossima Champions League. La miniera d'oro, derivante dalla partecipazione alla competizione europea più prestigiosa, non deve sfuggire alle casse e al prestigio della squadra azzurra. Milioni di euro da reinvestire sul mercato, derivanti da una serie di fattori: dal premio Uefa in denaro, dagli incassi, dai diritti televisivi , dalle entrate commerciali e di marketing. Udinese e Palermo hanno spento un sogno, non il futuro.

Antonio Catapano  – Napolisoccer.NET



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here