Domizzi: “Ho chiesto di andar via per motivi personali”

2
77

"La società ha promesso che mi avrebbe accontentato”
“I gol più importanti alla Juventus ed al Milan”

Il difensore del Napoli, Maurizio Domizzi, è intervenuto a “Radio Goal”, sulle frequenze di Kiss Kiss Napoli, rilasciando alcune dichiarazioni: “Quest’anno ho realizzato 8 reti, mi sembrano un bottino importante, spero che la mia impresa resterà nella storia del Napoli. Ci riproverò, ma credo che sarà molto difficile ripetersi. Rinaudo? Non lo conosco benissimo, l’ho visto giocare poche volte, ed ogni volta era sempre impiegato in una difesa a quattro, in ogni caso Leandro è un giocatore come caratteristiche moto diverse dalle mie.
Il mio futuro? Non posso immaginarlo adesso, anche se so che c’è stato un approccio di qualche società, ma di concreto non c’è nulla. La mia situazione comunque è molto chiara, con il Napoli non ho problemi tecnici né tattici, però ho chiesto di andare via per motivi personali, ho domandato alla dirigenza di cedermi ed hanno promesso di accontentarmi. Anche se dovessi andare via, Napoli resterà sempre nel mio cuore, ribadisco: non vado via né per la società né per il pubblico, ma perché la famiglia mi porta lontano. Ma il mercato è ancora lungo, fino al 31 agosto tutto può ancora succedere.
Le emozioni più belle in maglia azzurra? Indubbiamente le vittorie contro la Juve ed il Milan per me hanno un sapore speciale, mi auguro che il Napoli riesca a battere queste due squadre tutti gli anni, perché la gioia provata è stata indescrivibile.
I prossimi obiettivi del Napoli? Il difficile viene adesso, migliorarsi è sempre difficile, però so che ci sono ancora margini per fare ancora di più. Bisogna anche pensare, tuttavia, che le dirette concorrenti si stanno rinforzando molto”.
Redazione NapoliSoccer.NET



2 Commenti

  1. INFATTI IO NON SONO DACCORDO.
    A DISPIACERE MI DISPIACE PERCHE’ PERDIAMO UN GIOCATORE DI INDUBBIO CARISMA LA CUI PRESENZA, RIGORI E GOL A PARTE,E’ STATA FONDAMENTALE PER IL NAPOLI E SOSTITUIRLO NON SARA’ FACILE PERO’ STIAMO PARLANDO DI UN GIOCATORE CHE PUO’ DARE ANCORA TANTO E CHE NON HA ANCORA RAGGIUNTO OBIETTIVI IMPORTANTI, SE NON QUALCHE PROMOZIONE DALLA “B” ALLA “A”, A TAL PROPOSITO PERCHE’ ABBANDONARE UNA SQUADRA E UNA PIAZZA DAI GROSSI PROGETTI PER ANDARE IN UN ‘ALTRA CHE NON E’ PROPRIAMENTE DI PRIMA FASCIA .LUI PARLA DI MOTIVI FAMILIARI PERCHE’ COSI’ SI AVVICINEREBBE ALLA FAMIGLIA DELLA MOGLIE CHE E’ DI MODENA MA GENOVA-MODENA SONO COMUNQUE 3 ORE DI MACCHINA ,NAPOLI -MODENA NE SONO 5 QUINDI PENSO CHE, RINUNCIARE A NAPOLI PER 4 ORE DI MACCHINA, TRA ANDATA E RITORNO,PER STARE VICINO ALLA FAMIGLIA DELLA MOGLIE, SINCERAMENTE SIA UN PRETESTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here