Maggio: “Dobbiamo provare a vincerle tutte per realizzare il sogno”

0
28

maggio1-12-02-2011Christian Maggio parla della partita con l’Udinese: "Dobbiamo puntare al massimo, non sarà facile. Per coronare questo sogno, dobbiamo vincerle tutte, è inutile fare tabelle, ci sono squadre in lotta per la salvezza, attenzione al Brescia e alla Sampdoria. Noi dobbiamo puntare sul grande entusiasmo della nostra gente. L’Udinese ha grandi campioni. Di Natale può risolvere la partita in qualsiasi momento, dobbiamo stare attenti a tutti. Sinceramente dobbiamo continuare così, conoscevo il valore della squadra, ma non mi aspettavo di lottare per lo scudetto e per la Champions. E’ un momento incredibile, lo stadio Dall’Ara era uno spettacolo, stiamo facendo qualcosa d’importante, ma non siamo soddisfatti, sappiamo di dover ancora crescere, mancano sei partite, ci sono tante squadre ancora in lotta ed è inutile fare tabelle. Io temevo molto la partita con il Bologna che era un tabù, è andata bene, ora proseguiamo su questa strada”. Mazzarri è l’artefice principale di questo Napoli: “Per me è fondamentale, mi ha insegnato molto in fase tattica, mi ha aiutato moltissimo. Lo stiamo vedendo qui a Napoli, giochiamo partite belle ed importanti. Sappiamo cosa fare, conosciamo bene i movimenti, è quello che vuole e cercheremo di fare sempre il massimo. Sto disputando una grande stagione e sono soddisfatto di quello che sto facendo. Il nostro obiettivo? Ci sono delle sensazioni che questo può essere l’anno buono per qualcosa di straordinario, ma credo sia ancora presto, la stagione è ancora lunga. La nazionale? Sono contento di essere tornato, dopo il Mondiale ho avuto qualche difficoltà ad entrare nei ritmi giusti, poi dopo il Bologna è partita la mia stagione. Spero di fare ancora tanto. La mancata convocazione di Paolo Cannavaro? Dobbiamo rispettare le scelte del ct, per ora sta facendo benissimo con il Napoli ed è importante. Il discorso riguarda anche De Sanctis e Campagnaro. La volata scudetto? C’è anche l’Inter, tutto è ancora in discussione, al Milan non dico proprio niente. Continuiamo la nostra corsa e adesso concentriamoci sull’Udinese. All’andata fu una partita strana, non riuscimmo ad applicare quello che avevamo preparato. Adesso sono passati diversi mesi e vorremmo dimostrarlo adesso. La gara dell’anno scorso? E’ acqua passata, fu soltanto un episodio il mancato rigore, domenica sarà un’altra partita. Il mio futuro? Mi piacerebbe chiudere la carriera a Napoli, ho trovato un ambiente fantastico e vorrei restare qui. Napoli è molto gratificante”.
Redazione Napolisoccer.net
 

LASCIA UN COMMENTO