Marino (ex Napoli): “Il mio cuore pende per gli uomini di Mazzarri. Tutto può succedere”

2
63

Marino02L'ex dg azzurro Pierpaolo Marino ha rilasciato le seguenti dichiarazioni al Corriere dello Sport: "Il mio cuore pende per gli uomini di Mazzarri. Sono stato tifoso del Napoli fin da bambino, e lì vi ho vinto uno scu­detto ed una Coppa Italia, preso parte ad una ricostruzione societaria e tecnica partendo dal deserto, è logico che pro­penda da una parte. Del resto, la lotta scudetto è così aperta. Ma voglio fa­re l’ennesimo complimento alla famiglia Pozzo: hanno compiuto un altro capolavo­ro. Al Napoli sono molto legato, per me Hamsik, Lavezzi, Gargano, Cannavaro sono come dei figli. Ebbi un coraggio da kamikaze a scommettere su di loro. Ebbi la forza di trasferire a Napo­li certi concetti applicati a Udine avendo però più risorse. Ed i fatti mi stanno dan­do ragione. Ma molta parte dei meriti vanno dati a Mazzarri – ha spiegato Marino -. Onestamente ragazzi come Hamsik, Lavezzi e gli altri non potevano che mi­gliorare. L’esplosione di Cavani, poi, ha completato un tridente meraviglioso, a cui aggiungerei Morgan De Sanctis che con le sue parate e la sua saggezza ha contribuito non poco. Lo scudetto? Il Milan è avvantaggiato, i punti di di­stacco sono quattro e non tre. Ma il Napo­li è come il cacciatore con la lepre. Se prende bene la mira. Dovrà vincere sempre, però, e sperare che l’avversario perda qualche colpo. Ma in queste ultime partite incide anche un pizzico di fortuna, il caso, la fatalità. Tutto può succedere".
 

Fonte: Corriere dello Sport

Condividi
Articolo precedenteTagliavento dirigerà Napoli-Udinese
Prossimo articoloDe Laurentiis: “Inler? Grande giocatore, l’Udinese chiede 15, per me vale 9-10 milioni”
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.


2 Commenti

  1. Non lo sopporto più.. non sopporto più Marino! Non sopporto più le sue dichiarazioni da pallone gonfiato, in cui si esalta e si proclama come grandissimo veggente, come superuomo capace di cambiare il destino di una squadra.. non sopporto più i termini che usa (“partendo dal deserto”, “coraggio da kamikaze”) sempre più poetici, e soprattutto non sopporto più il fatto che i giornali si ostinino a intervistarlo! Marino, ti siamo tutti grati per quello che hai fatto, ma adesso basta. Hai rotto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here