Pozzo (Pres. Udinese): “Certi arbitri mi lasciano perplesso”

1
112

udineseavversario09A Radio Crc, nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma, è intervenuto Gianpaolo Pozzo, Presidente dell’Udinese, che ha rilasciato le seguenti dichiarazioni sintetizzate da Napolisoccer.NET: "Quello di quest’anno è stato un campionato sorprendente perchè nessuno si sarebbe mai aspettato che a questo punto della stagione ci fossero degli stravolgimenti di classifica così clamorosi. Il Napoli, la Lazio e l’Udinese hanno sbalordito tutti. Il Napoli è un serio candidato allo scudetto e sta disputando un campionato eccellente. La squadra azzurra sta raggiungendo traguardi stupefacenti. Non mi sono mai lamentato degli arbitri e capisco che gli arbitraggi siano soggetti ad errori umani che bisogna accettare. Nelle ultime due partite l’Udinese è stata penalizzata dagli arbitri. Sabato sera scorso ci hanno annullato dei gol regolari e non ci hanno concesso dei falli. Nel calcio sarebbe bello perdere o vincere per demerito o per merito. Sono nell’ambiente del calcio solo per passione e mi dispiaccio quando le partite vengono falsate. Evidentemente gli arbitri subiscono troppe pressioni, non voglio pensare male e credo che gli arbitri non siano sereni, siano condizionati e per questa ragione spesso non vedono cose palesi. Credo nell’assoluta buona fede dell’organizzazione arbitrale. L’Udinese è una squadra giovane e sbarazzina e domenica verrà al San Paolo per vincere. La nostra squadra non giocherà con strategie e sarà consapevole di aver di fronte una avversaria forte, altissima in classifica e che punta ancora più in alto. Non vorrei essere compagno di viaggio del Napoli, questo discorso vale soprattutto per l’Inter e per il Milan. Ci sono ancora tante partite da giocare e tutto può ancora succedere. De Laurentiis ormai parla come un Messia e i tifosi azzurri seguono la squadra ovunque. L’Udinese gioca a calcio per divertire e divertirsi. Non ho mai avuto bisogno di fare calcio per vivere, quindi dell’aspetto mercantile non ne ho parlato ancora con nessuno. In base alla posizione raggiunta a fine campionato si deciderà se cedere o meno i nostri calciatori gioiello. Tutto dipende dagli obiettivi che si vogliono raggiungere il prossimo anno e dalla programmazione futura. Per quanto riguarda Inler, abbiamo avuto contatti con la società azzurra. Il discorso e le condizioni sull’eventuale cessione del calciatore si decideranno a fine campionato. Domenica sarò a Napoli a vedere la partita”.
 

Redazione Napolisoccer.NET (Fonte: Radio CRC)
 



1 COMMENTO

  1. Sono Franco conduco ogni giorno su RADIOLATTEMIELE FVG una trasmissione dedicata al calcio regionale, la scorsa settimana quello che è successo in parte a Lecce e in casa con la Roma lo avevamo ampiamente e chiaramente preventivato. SIGNORI MIEI I BACINI D’UDENZA CON SKY E LE TV CHE COMANDANO SARA’ SEMPRE COSI’. Arbitro Damato poco amato arbitri pugliesi indigesti ci ricordiamo ancora Ayroldi (eterodiretti, malafede, chissa’….) Cassetti Totti sul velluto potevano insultare chiunque nessun giallo, non guardiamo il gol annullato ma vediamo l’atteggiamento nell’arco della partita e poi con i gialli delle precedenti partite (vedi Lecce) condizionano così i campionati. Non abbiamo gli occhi di prosciutto, poi ci sono degli interessi inutile nasconderlo.SIGNORI MIEI I BACINI D’UDENZA CON SKY E LE TV CHE COMANDANO SARA’ SEMPRE COSI’.
    Stringi stringi facciamo un’esempio pratico: udine 10 abbonamenti Napoli o Roma o Lazio 100, quindi è logico che certe cose devono “girare” in questo sistema, poi siamo in ITALIA!!!! Peccato la storia con il passato con tante crudeli realta’ per essere italiani, l’unita’ d’Italia A VOLTE MI CHIEDO era meglio rimanere in AUSTRIA allora lì avremmo vinto 20 scudetti, POI DICO CHE E’ MEGLIO ARRIVARE DOVE SI ARRIVA MA ESSERE ONESTI e viste le figuracce in europa delle nostre squadre toglierei 4 squadre di serie a per alzare il livello e in champion deve andare chi vince campionato e coppa italia al massimo la seconda classificata se ha meno di 5 punti di distacco in classifica dalla prima, altrimenti meglio partecipare alla coppa del nonno. Un saluto alla bundesliga Austriaca visto che lì abbiamo molti sostenitori.
    Un saluto sportivo a tutti ai molti napoletani che si trovano in friuli e FORZA NAPOLI grazie per l’ospitalita’
    Franco Poiana

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here