“Scossa” sotto la madunina … a Napoli l’epicentro!

3
64

La sua stella brilla ancora una volta sotto la dominazione straniera, in tempi più o meno recenti fu MaGiCa, oggi Cavani, Lavezzi ed Hamsik non hanno acronimo, ma sono lo stesso i “tre moschettieri tre” che fanno degli avversari terreno di conquista, con D’Artagnan in panchina e la loro spavalderia hanno riacceso un entusiasmo che non si viveva da oltre vent’anni. Napoli sugli scudi, se ne parla ovunque, nei caffè, per le strade, dal pizzicagnolo e perfino sulla stampa più lontana da Tuledo, quella che affaccia le sue rotative laddove il Seveso diventa Naviglio Martesana, dove il grigio e la nebbia affrescano i cieli padani. Stavolta si scomoda “Il Giornale”, la voce del padrone, di solito concentratissimo sulle vicende del premier, dalle cui colonne viene consapevolmente o meno svelato il disagio con cui si sta vivendo in via Turati questo frangente di campionato, una sorta di sindrome di accerchiamento tradita dall’intervento di Galliani sulle parole, tra l’altro del tutto oggettive, che Prandelli in un’intervista dei giorni scorsi ha speso sul progetto Napoli. E lo ricorda candidamente una penna provatamente rossonera, un crocerossino, soccorritore ed interprete del pensiero del capo: Franco Ordine, personaggio edulcorante, presentato sapientemente dai professionisti dell’immagine tutto in ghingheri e superaccessoriato nelle trasmissioni Mediaset, è lucido e non ha remore nel richiamare l’attenzione sul precedente di Mourinho, quando il portoghese ebbe a riprendere il cittì Lippi in quanto, a suo dire, nelle esternazioni palesemente simpatizzanti per i bianconeri nella corsa al titolo con i meneghini.
L’obiettivo, sia allora che oggi, pare fosse il palazzo con tutto il suo sacco di roba, strutture e dirigenti e udite udite, arbitri compresi, rei di aver dato un aiutino (ma quale?) a Cavani!! Che il Milan temesse gli azzurri ci sembrava sportivamente chiaro, ma che sotto la Madonnina sono preoccupati per le simpatie che esprimerebbe il palazzo romano con tutti i suoi  inquilini  questo ci sembra uno schiaffo alla storia che fa oltremodo sorridere, anche perché più il diavolo ha paura e più fa volare alto il ciuccio! Come fa sorridere l’entusiasmo che si sta vivendo in questi giorni a Napoli, davvero unico, addirittura contagioso perché irradia tutta la penisola dove sembra apertasi una gara di solidarietà e simpatia verso i colori azzurri. Persino tra i Vip c’è chi parla di riscossa della città, chi invece scova origini familiari, chi trascorsi piacevoli e chi ne è rimasto da sempre affascinato per cultura o chi si sente fortemente rappresentato perché meridionale. Napoli, quindi, ancora una volta risveglia la sua forza centripeta e centrifuga, risucchia dolcemente tutto ciò che può, tutto ciò che volontariamente si lascia andare all’onda azzurra, per restituirne il trasporto, la febbre esilarante, il sorriso che contagia.
Anche questo preoccupa a Galliani, col Milan primo il Napoli riesce comunque a rubare scena e riflettori , perché la forza dell’entusiasmo e incontenibile, imprevedibile e non determinabile, elementi che deflagrerebbero ogni sorta di progettazione, ordinazione e macchinazione mediatica.
.
Antonello Greco

 

3 Commenti

  1. L’acronimo l’ho trovato io… É napoletano e sarebbe: Ca.La.Ham che vorrebbe significare Caliamo in italiano… Quindi, Ca.La.Ham il tris d’assi e vinciamo sto’ scudetto!!!

LASCIA UN COMMENTO