Roland Garros:quattro volte Nadal,Federer umiliato

0
24

Il poker e’ servito: quattro successi di fila sulla terra rossa del Roland Garros, cosi’ come un mito del passato di nome Bjorn Borg, e la prospettiva di poter largamente eguagliare i sei titoli di fila dello svedese. Rafael Nadal non lascia scampo a Roger Federer: anzi, lo umilia con un punteggio piuttosto eloquente (6-1 6-3 6-0) che e’ quasi un record negativo (la piu’ veloce in termini di games e’ quella del 1977 che Guillermo Vilas si aggiudico’ per 6-0 6-3 6-0 contro Brian Gottfried). Un’ora e quarantotto minuti per proiettare il ventiduenne mancino spagnolo nella storia degli Open di Francia e per rimarcare tutte le difficolta’ di sua maesta’ Federer quando se lo ritrova davanti. Rafa ha sempre il match saldamente in pugno, infila parziali che la dicono lunga (24 punti a 3), cancella lo svizzero in ogni parte del campo, affidandosi alla sua profondita’ di esecuzione. In una parola: dominio. Il pubblico francese fa di tutto per tenere alto il morale dell’elvetico, che pero’ non entra mai in partita, uscendone distrutto sotto l’aspetto tattico e psicologico. Una mazzata non indifferente per Federer, che contro Nadal giocava a Parigi la terza finale consecutiva rimediando l’ennesimo ko.

"Faccio i complimenti a Rafael – dice immediatamente dopo l’imbarazzante sconfitta il timido Roger, che inseguiva il suo tredicesimo titolo in uno Slam – perche’ meglio di cosi’ non poteva giocare. Non c’e’ stato niente da fare: ho vissuto due splendide settimane, ma fa male perdere in finale". Nadal rende onore al suo rivale senza esultare, come invece fece dopo aver eliminato il rampante Djokovic. Un segno di rispetto che non e’ sfuggito ai piu’. "Mi spiace che abbia perso cosi’ – ha raccontanto l’iberico a caldo – Federer e’ un personaggio fondamentale per il tennis, sia quando perde che quando vince.
Io invece ho disputato un incontro perfetto, in quattro anni ho raccolto quattro incredibili vittorie". I due contendenti si salutano e si danno appuntamento sull’erba: Wimbledon incombe e Federer annusa gia’ aria di rivincita.
 

 

fonte:Agi

LASCIA UN COMMENTO