De Laurentiis: “Ci interessano tre giovani stranieri”

2
31

"Sono giovani, sono stranieri, e non stanno sui giornali di questi giorni"
Aurelio De Laurentiis, ospite l’altro giorno del circolo Canottieri Aniene, a Roma, viene intervistato dalla Gazzetta dello Sport. Il giornalista della ‘rosa’ lo sorprende proprio mentre è al telefono con il suo dg Pierpaolo Marino: "Sei sempre a Napoli? Come stanno andando le cose?". Il presidente è informatissimo in questi giorni in cui si costruisce il Napoli della prossima stagione.  Un numero di telefonate e di sms impressionante sul suo cellulare. De Laurentiis spiega: "Vede, io sono entrato nel calcio quattro anni fa, senza saperne niente. Oggi posso dire, finalmente, di essermi fatto un’idea ben precisa di come stanno le cose – si legge sulla Gazzetta dello Sport – Ho studiato, letto, osservato: conosco giocatori, allenatori, le loro squadre. Marino, in questo senso, mi è stato molto d’aiuto: di lui mi fido completamente, è un manager atipico, molto americano. In questo periodo ci sentiamo trenta volte al giorno, guardi qui – il presidente mostra il registro chiamate del suo telefonino al giornalista della Gazzetta e poi ci ripensa -, anzi, forse è meglio se non guardava».  L’ultima chiamata persa viene da Palermo: "Siete proprio curiosi voi giornalisti sportivi: certo che si trattava di una telefonata calcistica. Non penso ad altro ultimamente. Ora, anch’io intervengo per proporre nomi o chiedere informazioni su calciatori nuovi. Un indizio? I tre che mi interessano sono giovani, sono stranieri, e non stanno sui giornali di questi giorni. Tre nomi su cui sto puntando, mi spiace, proprio non glieli posso dire".
Come sarà il mercato del Napoli? "Tutto dipende da come andranno le cose, parlo dei preliminari di Coppa. Il nostro rinforzo sicuramente arriverà per l´attacco, e per il quinto di sinistra: in pratica cerchiamo il doppione di Savini".
Quando gli vengono chiesti i nomi il presidente si fa diplomatico: "La conferma di Zalayeta, l´altra metà di Blasi e l´arrivo di Rinaudo sono già ottimi acquisti – dice ancora De Laurentiis – Maggio? Un bravo esterno, ma perché la Sampdoria dovrebbe cedere un giocatore così? Borriello e Di Natale? Tutti e due ottimi, darebbero grandi soddisfazioni a chiunque. Borriello, tra l´altro, è cresciuto a Napoli, ma il Milan ci chiederebbe troppo. Di Natale, invece, mi piace per la sua versatilità in attacco, ed è una vecchia conoscenza di Marino. Ma, lo ripeto, per ora non voglio una punta già affermata". Sono parole che smentiscono ancora le tante voci di mercato circolate in questi giorni.

Redazione NapoliSoccer.NET – Intervista tratta dalla Gazzetta dello Sport

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO