Azzurri già al lavoro. Reja: Sono fiducioso

0
27
Archiviata la sconfitta di San Siro gli azzurri già questa mattina hanno ripreso gli allenamenti in vista dell’impegno di Coppa Italia contro la Lazio in programma giovedì al San Paolo (andata 2-1).
I giocatori che sono scesi in campo ieri hanno svolto un allenamento leggero, mentre ha lavorato più intensamente chi non ha partecipato all’incontro di San Siro.
Il tecnico Edy Reja vuole dimenticare in fretta la sconfitta di Milano e pensa già alla gara di Coppa Italia di giovedì sera: "Rimettiamoci al lavoro, abbiamo gia’ giovedi’ la Coppa Italia e speriamo di riattaccare il filo positivamente" – si legge in una nota dell’Agi. Il tecnico però è ancora arrabbiato per la sconfitta con il Milan e per il brutto secondo tempo del suo Napoli: "Di certo dobbiamo essere piu’ reattivi sulle palle vaganti in area perche’ una squadra che vuole crescere non deve commettere quel tipo di errori. Ma sono fiducioso e speriamo di tornare ad esprimerci sui livelli che conosciamo sin dal prossimo impegno – si legge ancora nella nota dell’Agi – sono davvero arrabbiato per il secondo tempo. Un vero peccato perche’ dopo un primo tempo di quella levatura non mi aspetavo proprio una flessione cosi’ netta nella ripresa. Devo dire che nella prima parte mi e’ piaciuta molto la squadra proprio come carattere ed interpretazione del campo. Abbiamo giocato come sappiamo ed abbiamo addirittura creato quanto e forse piu’ del Milan in fase di manovra. Avevamo reagito alla grande e ribattuto colpo su colpo. Non so cosa sia successo poi. Di certo penso che il terzo gol sia stato determinante a livello psicologico. Ci ha condizionato al punto da farci mollare. Abbiamo subito il colpo sotto il profilo mentale e nervoso e non siamo piu’ riusciti a ripartire con il giusto dinamismo. Ci siamo persi e questo non mi e’ piaciuto. Per quanto mi riguarda sono piu’ arrabbiato delle brutte cose viste nella ripresa che soddisfatto delle buone indicazioni che mi aveva dato il primo tempo. Una squadra che vuole crescere non deve commettere errori di un certo tipo. Sono molto amareggiato ed infastidito perche’ usciamo da San Siro con un passivo che non meritavamo assolutamente. Chiaro che di fronte avevamo grandi campioni ma e’ altrettanto chiaro che se concedi palle gol per via di amnesie difensive poi vieni punito. In particolare non so cosa sia successo sul terzo gol di Ronaldo quando avevamo tutti piazzati in area eppure li abbiamo lasciati liberi di agire. Ripeto: peccato perche’ il nostro gioco lo avevamo espresso fino a quel momento. E aveva dato anche ottimi frutti. Poi dopo e’ scattata una molla psicologica che ci ha condizionato. Il terzo gol ha spento la luce. Perdere a Milano ci sta ma in questo modo scoccia molto".

Redazione NapoliSoccer.NET

LEAVE A REPLY