Lucescu (all.): “Per lo scudetto il Napoli può essere la sorpresa”

0
62

"Voglio battere il Barcellona”.
“Fernandinho? Non lo cedo. Il giocatore è troppo importante per noi, lo cercano in tanti, ma il Napoli non l’ha mai chiesto”.

Il tecnico dello Shakhtar Donetsk, Mircea Lucescu, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio KissKiss Napoli, di seguito sintetizzate da Napolisoccer.NET: “Per lo scudetto vedo anche il Napoli che può essere la sorpresa, c’è grande entusiasmo attorno agli azzurri che hanno tanti tifosi sparsi per il mondo, per me c’è anche il Napoli visto che ha tutti gli elementi per riuscire a competere per il tricolore. Cedere Cavani per 60 milioni? Dipende da come potrebbe investire quei soldi, se vuole reinvestirli per rinforzare la squadra va bene, ma se servono solo per mettere soldi in tasca allora non va bene, i giocatori che arrivano ad alti livelli vogliono vincere qualcosa, noi del mondo del calcio viviamo per questo degli applausi, dei titoli conquistati, se però intono si sente aria di smobilitazione allora si chiede di essere ceduti. Fernandinho? Lui è il nostro numero uno, ha avuto un brutto infortunio, ma sta tornando poco a poco. Non si è ancora ripreso al 100%, ma ha già giocato due partite in Turchia per cercare di recuperarlo, non credo che riuscirà a recuperare per il quarto di Champions contro il Barcellona. Credo che tornerà a fine campionato. È pronto per il calcio italiano, ma non lo farò andare via, ce l’ho con me da tre anni e lo voglio trattenere con me. Il Napoli non me lo ha mai chiesto, ci sono stati tanti altro club che lo hanno cercato, tra cui anche una squadra italiana, ma il Napoli non l’ha mai cercato. Sono un allenatore rumeno ma di scuola italiana. Ricordo sempre con piacere il calcio italiano. A Wembley abbiamo vinto il torneo ango-italiano, poi siamo saliti in serie A con il Brescia, insomma ho vissuto bellissime soddisfazioni in Italia. Ho vinto con la Roma negli ottavi di Champions perché ho copiato il Napoli. Infatti ho portato tutti i giocatori a vedere la partita del Napoli all’Olimpico, e così ho battuto la Roma. Con il Barcellona abbiamo un bilancio negativo 2-3, ce la siamo sempre giocata, contro di noi hanno sempre avuto grossi problemi. Siamo la squadra più giovane d’Europa, però giochiamo da tanti anni insieme. Partiamo sfavoriti, però dobbiamo fare di tutto per rifarci di tutti i precedenti negativi. Conosco bene Guardiola è stato bravo ad assemblare una super squadra. Ma saremo pronti a dare battaglia”.
 

Redazione Napolisoccer.NET (Fonte: Radio KissKiss Napoli)



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here