Mazzarri: “Mancano otto finali, ce le giocheremo tutte”

2
51

mazzarri05Walter Mazzarri sembra aver smaltito completamente i postumi della colica renale e si affida sereno a taccuini e microfoni per la consueta conferenza stampa di fine settimana, nonostante la sosta di campionato. Dichiara soddisfazione per la posizione in classifica e per la crescita oltre ogni più rosea aspettativa del gruppo che crede fermamente in questo fantastico progetto.
Fa piacere di ricevere complimenti per il gioco che esprimiamo, ancor più se arrivano dall’estero. La buona prova di Maggio con la Nazionale è il frutto della mentalità vincente acquisita nel suo club di appartenenza ed anche della convinzione di avere le potenzialità per superare qualsiasi avversario. Il Napoli fa la corsa su se stesso, abbiamo otto finali da qui fino alla fine del campionato e credo che lo scudetto si deciderà all’ultima giornata, a noi non rimane che preparare ogni partita cercando di rendere al massimo, mentre io mi sforzerò di trasmettere costantemente al gruppo il mio modo di pensare, loro devono stare sereni senza pensare cosa capita al Milan o all’Inter, il risultato del derby non ci deve condizionare perché ci sono in palio ancora 24 punti e quindi può succedere di tutto. Noi bisogna credere in quello che si è fatto sin qui, la media punti ottenuta dopo trenta partite dice che la squadra ha qualità e buone potenzialità, speriamo di continuare a rendere in questi termini. Poi dobbiamo tener presente che diranno la loro anche quelle squadre che stanno sotto di noi. Dietro ad esempio c’è l’Udinese di Guidolin, che sta facendo un lavoro considerevole in tutta tranquillità, quella friulana è una piazza meno esigente che ti permette di misurarti con le altre con meno pressione. Ciò non toglie che per lo scudetto ci siano anche loro, così come la Lazio, è la matematica a dirlo”.
Il tecnico azzurro interviene anche sul tema delle scelte di mercato: “Ad ogni allenatore farebbe piacere arrivare ai top player ma la scelta dei nuovi giocatori non può prescindere sia dall’equilibro sia tecno-tattico esistente, sia da quello creatosi nello spogliatoio. La forza di una squadra è anche la forza dello spirito del gruppo. La classifica dice che il Napoli ha sbagliato poco se non niente in campagna acquisti e va considerato che, ad esempio, se a gennaio fosse arrivato un quarto “tenore” probabilmente avrebbe potuto compromettere l’equilibrio raggiunto nel reparto d’attacco che sta facendo molto bene. Quasi tutti i nuovi arrivi hanno dato il loro palpabile contributo trasmettendo al gruppo quel valore aggiunto che ha permesso di ottenere i risultati fin qui conseguiti. Menez? E’ un gran giocatore, non c’è bisogno che lo dica io, ma di mercato se ne parlerà a giugno perché siamo e vogliamo rimanere concentrati sul nostro campionato.”

Redazione NapoliSoccer.Net
 

Condividi
Articolo precedenteLuciano Marangon (ex Napoli): “Cavani può raggiungere quota 30 gol”
Prossimo articoloBuon compleanno De Sanctis
Giornalista e Vice Direttore di Napolisoccer.NET . Tifoso del Napoli, coniugo l'amore e la passione per gli azzurri alla deontologia propria del lavoro di giornalista. Il piacere di raccontare le vicende azzurre, con i suoi risvolti sociologici, con criticità e romanticismo quando ci vuole. Pratico la libertà d'informazione senza condizionamenti.

2 Commenti

  1. Bravo Mazzari, lo spirito è quello giusto,saranno tutte battaglie,ma ce la possiamo fare, perchè a Roma abbiamo vinto e da allora facciamo veramente paura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here