GAME OVER: “Si sblocca il matador e il Napoli torna a meno tre dalla vetta”. L’analisi di mister Agostino Iacobelli

16
63

gameoverNuovo appuntamento con "GAME OVER", la rubrica settimanale di approfondimento ed analisi sull'ultima gara di campionato (Napoli-Cagliari), curata da mister Agostino Iacobelli per Napolisoccer.NET.
Si sblocca il matador e il Napoli torna a meno tre dalla vetta. Una partita difficile, ostica, molto meno facile di quello che poteva sembrare. Il Cagliari si è presentato ordinato, compatto e nel primo tempo ha lasciato pochi spazi alla manovra degli azzuri, nervosi e forse in ansia per una vittoria che doveva arrivare per forza. Gli isolani, invece, anche sotto porta si sono fatti vedere spesso mettendo a repentaglio il possibile record di imbattibilità interna di Morgan De Sanctis (che poi è è stato raggiunto) con Acquafresca. Nella ripresa, ancora una volta, la strigliata di mister Mazzarri ha trasformato gli undici gattini del primo tempo in undici leoni che, con grinta e determinazione, hanno portato a casa i tre punti. Anche dopo il pari di Acquafresca gli azzurri hanno saputo riprendere in mano le redini della gara e il solito immenso Cavani ha segnato il definitivo 2-1.

Spesso ho parlato di sogno scudetto. Anche molte testate parlano di sogno realizzabile. Sapete che vi dico? Con 8 giornate dalla fine e soli tre punti dalla capolista non si può parlare più di sogno, perché il Napoli è una realtà. E anche De Laurentiis ha cominciato a parlare di scudetto, segno che anche nell’ambiente partenopeo l’obbiettivo è un altro oltre alla champions league. Mourinho ha detto “aspetto il Napoli in champions league”, che emozione sarebbe se al Bernabeu il Napoli entrasse con il tricolore sul petto, e proprio in un anno così speciale per l’ intero Stivale. Ma adesso anche uno come me, equilibrato fino all’osso, sta vacillando sotto la spinta di una città stupenda e di una squadra eccezionale. Calendario alla mano i percorsi delle tre pretendenti sono molto simili, ma l’Inter sembra quella più avvantaggiata visto che non dovrà affrontare l’Udinese e si andrà a giocare l’ultima giornata con il Catania, quando in contemporanea si giocheranno Juventus- Napoli e Udinese-Milan. Certo il Napoli non avrà Ibrahimovic o Eto’o nel suo scacchiere, ma i tifosi che ogni domenica seguono e sostengono gli azzurri fino al 90° e oltre per le milanesi sì che rimarranno solo un sogno.

Il prossimo turno sarà fondamentale per la classifica. Il Napoli deve vincere per staccare definitivamente la Lazio a – 8 e recuperare punti sulle due milanesi che, visto il derby, dovranno per forza concedere punti. E se continua così, occhio all’Udinese.
 

Condividi
Articolo precedenteCamano (proc.): “Il Napoli non ha mai chiesto Borja Valero ma sarei felice se potesse giocare lì”
Prossimo articoloFiocco azzurro in casa Cavani: è nato Bautista
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.


16 Commenti

  1. a questo punto diciamoci la verita’ rischiamo il tt x tt e puntiamo allo scudetto xche’ un annata cosi nn so se e’ possibile””””””

  2. Quest’analisi mi è piaciuta concordo con le parole di mister Iacobelli che è stato una colonna portante del Napoli anni 80′ che non tutti ricordano. Ritornando al napoli dei giorni nostri dico che stiamo rivivendo un sogno un sogno che può seriamente diventare realtà a tutti gli effetti, la posizione degli azzurri di quest’anno è già un traguardo considerando che pochi anni fa stavamo in serie C, credo che oltre a ringraziare questi ragazzi che sudano e corrono per noi tifosi un grazie particolare va al nostro presidente che ci ha presi e portati in Europa, quella che conta…
    Ringrazio Iacobelli per questa parentesi partenopea e spero di rivederlo presto allenare una squadra importante come egli merita… Un saluto a tutti i tifosi partenopei Genny

  3. Mister come ti ho già detto di persona il Napoli secondo me ha il calendario sfavorevole, è vero che affronterà squadre tranquille con la classifica (Genoa, Palermo e Bologna) ma sicuramente ci daranno filo da torcere. Quello che più mi piace di questo Napoli è l’acquisizione da parte dei ragazzi di una mentalità da grande squadra, essere consapevoli di poter battere tutti è un vantaggio non indifferente. Infine allacciandomi al commento di Gennaro Borriello faccio anch’io un augurio al mister affinche il prossimo anno possa trovare una panchina degna per lui, ho il piacere di conoscerlo già da qualche anno e posso garantirvi, che oltre ad essere una persona squisitamente simpatica, è anche un ottimo allenatore nonchè un intenditore di calcio. Ciao a tutti….forza Napoli…il sogno continua

  4. cavani ha segnato perchè ha avuto i palloni che dovrebbe avere ,lui che è veloce arriva facile in porta e e segna,ma mazzarri deve capire che hamisk non deve andare in fondo ,deve stare alle spalle di cavani e nuns’adda movere!!!! lo sto dicendo da una vita ,lo vedono tutti e che caspita! hamisk adda stà fermo dietro le punte ,dietro lavezzi e cavani ,insomma solo così puoi vedere i napoli di maradona che con careca servito o un altro attaccante con tre passaggi li fulminava e andava in rete! certo manca diego con le sue magie ,lo sò, mancano le sue punizioni nel sette , al millimetro,..ma non si può avere tutto..però almeno cerchiamo di fare il meglio e facciamo funzionare la logica..eh mazzarri??!

  5. ulisse, ad agosto dicevi via mazzarri, poi via presidente, poi volevi cigarini, ora non ti sta bene dove gioca hamsik, non è che se vinciamo lo scudetto dici che siamo una squadretta perchè le grandi vincono anche la champions?

  6. Lo scudetto è un sogno, però coltiviamolo fino in fondo. Il terzo posto è già un traguardo importantissimo, chi ci avrebbe scommesso all’inizio del campionato?? La litania di Mazzarri: affrontiamo una partita per volta senza porci obbiettivi, i conti si fanno afine campionato, ecc. ecc. potrà essere stucchevole ma è la tattica giusta, soprattutto per un ambiente come quello di Napoli facile agli entusiasmi quando le cose vanno bene e pronto alla critica feroce quando vanno male. Ve lo dice un napoletano che vive a Milano da quarant’anni.

  7. ggent pero’ permetti che dopo anni che abbiamo mangiato mer”””””questa e’ un occasione importante per il napolòi e x napoli basta sogno tanto sui sogni le tasse nn si pagano ””””’credo””””

  8. Concordo con chi mi ha preceduto che il terzo posto sarebbe un grosso risultato,gettando le basi per il prossimo campionato facendo due o tre acquisti azzeccati di qualita’ per puntare allo scudetto e per fare bella figura in coppa dei campioni.Forza Napoli.

  9. x Giovanni.
    non sò dove ti sei inventato che abbia detto via mazzarri e via dela.
    ho fatto semplicemente notare che sia mazzarri che dela ,non sono stati convincenti per quanto riguarda gli acquisti e le cessioni rispetto ai progetti e a quello fatto da altre squadre,quando si dice fare il matrimonio con i fichi secchi.
    è sotto gli occhi di tutti che vendere cigarini e acquistare lucarelli e cribari,non è stato il massimo,come pure la cecità di mazzarri a non dare un ruolo ad hamsik ben definito ,cioè alle spalle degli attaccanti,nuoce alla squadra e a cavani perchè veloce come è lui ,ci vorrebbe uno che gli fà lanci e passaggi in profondità,per fargli vincere la classifica cannonieri e dare qualche punto in più al napoli.invece il nostro hamsik ,che spesso si eclissa và dove vuole e non sà ancora cosa farà da grande ,perchè vuole fare l’attaccante ,ignorando che il napoli ha lavezzi e cavani e lui dovrebbe fare il suggeritore prima della trequarti ,e insisto nun saddà mover alla! la colpa però nn è sua,non capisce ,per questo dico che è di mazzarri che pure lui non sembra aerlo capito ,mentre tutti lo hano notato che cavani è forte in velocita ,nientemeno che era più discilinato maradona che arrivato alla trequarti la dava a careca o a carnevale e qualche volta andava in fondo..tre passaggi e gol ,ma lui se lo poteva permettere,mentre hamsik,con tutto il rispetto non è nemmeno paragonabile lontanamente a diego.insomma togli cigarini,hamsik allo stato brado,quello che ha fatto il napoli sinora è frutto di volontà è vero e và riconosciuta questa dote fondamentale ,ma è anche frutto di tante circostanze ,prima tra tutte lo scarso livello tecnico di questo campionato,e quando ci capiterà più una roma ,una juve ,così negative? l’anno prossimo si rinforzeranno e poi la storia sarà diverrsa per lo scudetto.noi possiamo giocarcela ,ma abbiamo bisogno di cambiare mentalità e passo,basta campagne acquisti con dumitru, cribari,lucarelli,tony,ci dovremo attrezzare meglio.è scandaloso chiedere alla società di ragionare sulle scelte in maniera seria??non siamo una squadretta ma per diventare grandi ci vuole altro,forse non molto ,ma qualcosina in più,se vogliamo essere protagonisti,se poi vogliamo illuderci,io non sono di questo avviso.
    se il napoli dovesse vincere lo scudetto ,ci darebbe una gioa grande,ma significherebbe anche che il nostro campionato e scaduto ,come la mozzarella rispetto ai campionarti inglese,spagnolo,olandese,come ci indica il fatto che solo una squadra italiana ,l’inter è in corsa per la coppa,mentre tutte le altre sono fuori. forza napoli.
    ps: per favore non venite a dire che abbiamo il fair play finanziario e abbiamo bloccato!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here