Lotito, pres. Lazio: “Il calcio ha bisogno di una riforma strutturale radicale”

1
41

DeLaurentiis-Lotito

“Ci sono squadre che hanno sempre rappresentato l’opulenza, la forza economica e quella mediatica”

“Negli ultimi derby sempre sconfitti, ora bisogna vincere”
Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, intervenendo sulle frequenze di Radio Kiss Kiss Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni: 
“Il derby è una partita fondamentale, come ogni stracittadina che si rispetti. Veniamo da sfide con la Roma in cui siamo sempre stati sconfitti, mi auguro che ciò non accada. I giallorossi sono in difficoltà? Ogni gara fa storia a sé, noi dobbiamo essere determinati, umili, volitivi e con spirito di sacrificio.
Le parole di De Laurentiis? Non credo ai complotti, altrimenti non parteciperei al campionato. Certo è che gli aspetti mediatici sono determinanti. Da questo punto di vista, la Lazio è una delle squadre più deboli, tra l’altro poco considerata anche dai giornali e dai media. Alcune squadre hanno sempre rappresentato l’opulenza, la forza economica e la forza mediatica. Le altre, come la Lazio, hanno una storia diversa. Non c’è mai stato un padrone che si assumesse una responsabilità anche di gestione del sistema, e ciò ha comportato una sottovalutazione della mia squadra. Fortunatamente il sistema richiede un cambiamento di tendenza assoluto. Sarà premiata la capacità organizzativa e progettuale. La Lazio ha un monte ingaggi di un ottavo inferiore rispetto ad altri club. Con il fair play finanziario la partita si giocherà sull’incremento dei ricavi e la riduzione dei costi. La Lazio è uno dei club più antichi del calcio italiano: ciò significa avere grande responsabilità, ma questo patrimonio è stato rappresentato da persone deboli. Ci sono alcune squadre che hanno un peso economico e mediatico più forte, e questo sistema si basa ancora su regole obsolete e l’assioma che più spendi, più vinci. Ho inventato il prestito con il diritto di riscatto, il che vuol dire che il sistema per fortuna sta cambiando. Sorteggio arbitrale integrale? Il sistema non è più attuale, né in linea con il calcio moderno. C’è bisogno di una riforma strutturale radicale. Dobbiamo armonizzare le norme, in modo tale che si consenta la trasparenza della gestione, il rispetto delle regole per tutti e l’affrancamento dal peso economico e mediatico”.
Redazione NapoliSoccer.NET – Fonte: Radio Kiss Kiss Napoli

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO