Diritti TV, definito il bando. Canale tematico pronto con introiti inferiori alle aspettative

0
216

serie-a-tim_X600.jpg

Come si apprende da una nota Ansa diffusa oggi pomeriggio, la Lega Calcio di Serie A si è riunita oggi pomeriggio per definire il secondo bando d’asta per la vendita dei diritti di riproduzione delle partite del triennio 2018/21 non escludendo che, qualora l’asta non porti l’introito sperato di circa 1 miliardo di Euro, la stessa Lega possa diventare editore del campionato attraverso il progetto del canale tematico già strutturato nelle precedenti assemblee. L’approvazione del bando dovrebbe arrivare il prossimo 27 novembre, poi le offerte. Eventuale accelerata a Gennaio 2018 in caso di mancati risultati.

Secondo l’Ansa “il progetto del canale della Lega Serie A scalda i presidenti dei club, che si preparano a lanciarlo come piano alternativo se non darà i risultati auspicati il bando per la vendita sul mercato nazionale dei diritti tv per il 2018/21. Nella riunione della Commissione diritti tv sono stati confermati i tempi per il bando, che verrà sottoposto all’approvazione dell’assemblea il 27 novembre.

Assieme all’advisor Infront, i dirigenti hanno analizzato le ipotesi e gli scenari per massimizzare i ricavi: numero e tipologia dei pacchetti si annunciano molto simili a quelli del bando fallito a giugno, con modifiche sulla composizione. Se l’asta non porterà i risultati prefissati – circa un miliardo a stagione – i club punteranno sul canale della Lega Serie A. La Lega sarebbe editore del canale, affidandosi a società di distribuzione e produzione, per vendere i prodotti tv a broadcaster e operatori. Per seguire questa strada servirebbe un’accelerazione a gennaio”.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here