Basket Napoli, Maione: “Bucchi? Se non vuole restare è liberissimo di andare via”

0
79

Il presidente del Basket Napoli, Mario Maione, è intervenuto allo speciale "Marte Sport Live – Notte Azzurra", sulle frequenze di Radio Marte, rilasciando una lunga intervista sul presente ed il futuro di società e squadra. Ecco i tratti più significativi dell’intervento radiofonico di Maione:
Ci sono novità?
"Dal punto di vista societario non è cambiato nulla rispetto all’ultima conferenza stampa, né in meglio né in peggio – ha esordito Maione all’emittente campana – nel senso che nessun imprenditore si è fatto avanti per darci una mano. Allo stesso tempo il Basket Napoli sta proseguendo le attività per chiudere le pratiche per l’iscrizione della squadra al prossimo campionato di Lega A. La partecipazione alla prossima stagione non è mai stata in discussione".
Il Comune e la Provincia stanno cercando di darle una mano…"Sono contento che le istituzioni napoletane si stiano adoperando per aiutarci. Tuttavia non ho ancora sentito nessuno per discutere di questi aspetti. Ho appreso dai giornali che gli assessori Ponticelli e Falbo stanno prodigandosi per trovare dei nuovi partner per il club. Li ringrazio. Ripeto per l’ennesima volta che sono a disposizione da zero a cento nei confronti di chiunque volesse intervenire fattivamente nel club. Da zero a cento significa che sono disposto ad una partnership ma anche a farmi da parte se ce ne fosse la necessità".
Il nodo del contratto con il Comune è sempre molto difficile da sciogliere. E’ quello il vero problema…"E’ un contratto poco chiaro quello stipulato tra noi e il Comune di Napoli. Il titolare dell’accordo è l’assessorato al Patrimonio, tuttavia l’assessore Di Mezza dimostra di non conoscere bene la questione, visto che ha rilasciato dichiarazioni controverse e piene di errori".
Farebbe davvero una squadra con un milione di euro? I napoletani sarebbero pronti ad accettarla, a ripartire da zero? "Non significherebbe partire da zero – spiega Maione – sarebbe invece un modo per ricalcare il metodo di molte società italiane che oggi sono ai vertici della classifica. Avellino, Montegranaro e Capo d’Orlando, hanno costruito dei roster con budget limitati e sono riusciti a raggiungere egualmente risultati importanti. Se si può fare lo faremo anche noi. E poi, anno dopo anno, aggiusteremo il tiro".
Il futuro della squadra? "Abbiamo un general manager che si chiama Costa del quale sono rimasto molto contento sia dal punto di vista professionale che umano. Poi c’è un coach che si chiama Bucchi che, se ha delle ambizioni diverse dalle nostre e se non vuole rimanere con noi è liberissimo di farlo. Se invece vuole rimanere a Napoli tanto di guadagnato, siamo felici lo stesso. La squadra invece è da rifondare completamente. Con criteri diversi rispetto al passato; negli anni scorsi abbiamo commesso, io e chi non c’è più, molti errori. E’ arrivato il momento di fare più attenzione alle risorse economiche. Sono molto determinato, vado avanti con grinta e convinto che qualcosa di buono riusciremo a fare".
La chiusura è dedicata ai tifosi. "Ho il rammarico di dover essere solo spettatore dei play-off che si giocano in questi giorni. E poi il dispiacere di non poter assicurare in tempi brevi ai tifosi napoletani i palcoscenici che meriterebbero. Napoli merita grandi emozioni, auguriamoci di tornare presto ai vertici. Io ce la metterò tutta".
Redazione NapoliSoccer.NET – (fonte Napolipress)

Condividi
Articolo precedenteMotoGp: Rossi, pole record al Mugello
Prossimo articoloIezzo ed il canto delle sirene romaniste

Giornalista e Vice Direttore di Napolisoccer.NET .
Tifoso del Napoli, coniugo l’amore e la passione per gli azzurri alla deontologia propria del lavoro di giornalista. Il piacere di raccontare le vicende azzurre, con i suoi risvolti sociologici, con criticità e romanticismo quando ci vuole. Pratico la libertà d’informazione senza condizionamenti.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here