Corbo (giorn.): “Il miglior avvocato di Lavezzi è proprio il giudice Tosel, perché è stato superficiale, frettoloso e impreciso”

4
21

A Radio Crc, nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma, è intervenuto Antonio Corbo, giornalista, che ha rilasciato le seguenti dichiarazioni sintetizzate da Napolisoccer.NET: “La prova televisiva è stata utilizzata impropriamente. Il mondo procede velocemente nel futuro, ma il sistema della giustizia sportiva è ancora arcaico. La prova tv deve essere qualcosa di chiaro e inconfutabile. Il calcio non può fare abuso della prova tv che deve essere inoppugnabile. Nel processo sportivo il giudice emette la sentenza di primo grado senza contraddittorio che si differisce alla fase successive di giudizio. Quindi tutto il sistema è già opinabile. Tosel ha avuto un buon passato come magistrato ordinario, ma ha avuto poco tempo per scrivere la sentenza. Il miglior avvocato di Lavezzi è proprio il giudice Tosel, perché è stato superficiale, frettoloso e impreciso. Palazzi ha portato una prova che non è una prova perché è carente e lacunosa, di sicuro non certa e inequivocabile”.
 

Redazione Napolisoccer.NET (Fonte: Radio CRC)
 

Condividi
Articolo precedenteFedele (proc.): “Non è giusto condannare per un indizio”
Prossimo articoloNapoli-Villarreal, già venduti 45 mila biglietti
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

4 Commenti

  1. Salsero, quello che ha detto il Pocho non può essere messo agli atti, perché non è stato ammesso davanti ad un giudice,ma bensì davanti a dei giornalisti, poi dovresti sapere che le confessioni anche se fatte in aula di tribunale possono essere lo stesso ritrattate.

    invece di criticare(come fai quasi sempre) la società , dovresti studiare un po’ , somaro di un tifoso da tastiera.

  2. Speriamo bene …. e speriamo anche di avere dalla nostra parte avvocati con gli attribbuti, e conoscendo Dela, di sicuro sono i migliori, poi se proprio non dipende dalla giustizia ordinaria e sportiva, ma da un complotto di palazzo, in pratica se ci vogliono rompere il giocattolo e il sogno … noi gli romp… il c…!

    FORZA NAPOLI

  3. il problema non è l’ammissine o meno di lavezzi.
    ma il metro di giudizio.
    rosi è entrato in campo provocando lavezzi e quando ha capito che si stava innervosendo gli ha sputato addosso.
    lavezzi ha reagito, anche se lo sputo non si vede, ma resta l’intezione.
    però tosellino oltre ad avere fretta nel giudizio ha sanzionato alla pari e questo è un gravissimo errore, perchè tra i due c’è un azione e una reazione, ma senza l’azione non ci sarebbe stata la reazione.
    quindi tosellino ha fatto un buon lavoro nel dare le 3 giornate, perchè se applicava il giusto era 3 a rosi 2 lavezzi, ma poi con un eventuale sconto il pocho giocava con il milan in quanto le immagini sono poco chiare.
    e quindi tosellino ha lavorato bene……..basta pensare il passato ……forza napoli

LASCIA UN COMMENTO