Cosa succede al Posillipo? Anche Bencivenga attirato dal Recco…

0
69

L’avvocato Guido Postiglione, l’uomo che cura gli interessi di Luigi Di Costanzo, smorza i toni: «Se lascia il Posillipo? Non ci sono comunicazioni ufficiali». Già, ma intanto il mancino ha già dato l’addio: giocherà nel Recco, non si scappa. Ferita fresca. Ma di sangue rossoverde ne scorre a fiotti: anche Fabio Bencivenga, l’altro atleta svincolato e colpevolmente non blindato in tempo utile dalla società, potrebbe lasciare Mergellina. «Non ho ancora raggiunto l’accordo, forse i dirigenti hanno altri progetti per il futuro», dice il centroboa. Lo sconforto è ai massimi livelli. «Ho chiesto di chiudere la carriera a Napoli e poi di avere un incarico successivo come responsabile del settore giovanile: il club ha rifiutato perché il mandato del presidente scade nel 2011, prima dell’eventuale contratto, ma io devo pensare al domani della mia famiglia». Si respira aria mesta, di smobilitazione, nonostante gli sforzi costanti di Carlo Silipo e Francesco Postiglione: sono loro gli uomini della ricostruzione, dell’agognata rinascita, ma la società deve garantire appoggio e organizzazione. Al momento c’è solo tanta confusione: con il Recco è impossibile competere economicamente, è vero, ma la sirena della pallanuoto italiana rischia seriamente di affogare. E lancia l’sos.

Il Mattino

 



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here