Napoli, è tempo delle ali

0
84

Un doppio colpo: due ali per…volare. Il Napoli su Antonini e Ignazio Abate, i due esterni dell’Empoli che fanno gol al club di Castelvolturno. Per Antonini è quasi fatta: appartiene a metà alla società toscana e per l’altra metà al Milan, è un esterno destro che può giocare anche a sinistra, un po’ più in copertura e anche più avanti, senza problemi. Si tratta in pratica di un autentico jolly che farebbe molto comodo alla squadra di Reja, per la prossima stagione. Secondo radiomercato la trattativa con l’Empoli è in dirittura d’arrivo.  E’ invece complicata l’operazione per Ignazio Abate: il presidente Corsi si oppone al doppio colpo. Ritiene Abate un giocatore importantissimo per il ritorno dell’Empoli in serie A e non vuole mollarlo. L’interessato invece tornerebbe di corsa nel Napoli, dove ha già militato nel primo anno di serie C. Reja lo vuole ad ogni costo e gli ha telefonato diverse volte. Piuttosto il giocatore non si è lasciato bene con il direttore generale Marino. Il motivo c’è: dopo i play-off per la serie B e la sconfitta del Napoli ad Avellino, Abate preferì andarsene alla Sampdoria dove rimase per un paio di mesi. Marino non lo perdonò: «Bisogna comportarsi da uomini» e la scorsa stagione gli impedì di recarsi negli spogliatoi del Napoli al San Paolo, dopo una partita degli azzurri a cui l’esterno di origini sannite aveva assistito. Tuttavia Reja insiste: ritiene Abate un attaccante di fascia e non un tornante, uno che in quindici metri lascia l’avversario alle spalle, grazie allo scatto poderoso e prepotente: è in pratica un’ala alla vecchia maniera, rapidissimo nella ripartenza, il giocatore più veloce della serie A. Come Lavezzi. Per lo stesso ruolo, Marino sta comunque seguendo anche il giovanissimo Rajtoral, classe ’86, del Panik Ostrava.  Centrocampo, per Cigarini il digì azzurro si è imposto una pausa di riflessione e lo ha fatto sapere al Parma: «Mi piace molto. Ci sto pensando perché i miei hanno fatto bene», un esplicito riferimento a Gargano, cresciuto anche lui insieme con Lavezzi ed Hamsik. Difesa: il Genoa ha rinunciato a Criscito, la Juve ha chiesto a Preziosi 7 milioni di euro. Il Napoli ha via libera. Attacco: i nomi che ricorrono sono sempre quelli di Tavano e Quagliarella. Leggo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here