Sarri in conferenza: “Un Napoli che fa così male i 20 minuti finali, non può avere ambizioni importanti”

0
2104

sarri-conferenza2-600x360_26.8.2016Il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri, è intervenuto in conferenza stampa al termine di Empoli-Napoli. Le sue dichiarazioni sono state raccolte e sintetizzate da Napolisoccer.Net: “Purtroppo siamo fatti così. Facciamo 3 gol e andiamo sul 3-0. Nella ripresa per 20 minuti non c’è mai la sensazione del pericolo. Poi subiamo il gol e non sappiamo più gestire. Purtroppo è un limite che abbiamo palesato anche in altre occasioni. Nella speranza che sia un problema migliorabile e non sia un problema genetico di questo gruppo. Sapevo che sarebbe stata dura. Un grande primo tempo in una situazione ambientale difficile. Terreno non messo bene, molto lento in una situazione diverso da come lo ricordavo.

Sul rigore non ho visto molto. La gara di Cagliari, l’orario fu più disturbante per loro che per noi. Le 12:30 di marzo non sono le stesse delle 12:30 di dicembre. Se oggi la temperatura fosse arrivata a 22 gradi sarebbe stato un inferno. Può essere pesante giocare a quest’ora con queste temperaure. Sarà un caso ma in primavera saremo due volte alle 12:30. I calendari sono fatti male. Anche la Roma è stata trattata male dovendo giocare con il Lione dopo Napoli e Lazio. Completa responsabilità della Lega Calcio nello stilare i calendari.

L’allenatore deve stare zitto dopo queste partite e vedere la reazione dei giocatori. Per vedere se i giocatori hanno la mentalità giusta. Ci sono quelli che esultano per la vittoria e quelli che rosicano per il brutto secondo tempo. Quelli che sono entrai inferociti nello spogliatoio alla fine hanno la mentalità giusta per me.

La sosta non arriva al momento giusto perchè nelle ultime 15 gare abbiamo fatto 38 punti. La crescita c’è ma una squadra che fa 20 i minuti finali come noi non può avere ambizioni importanti. Eravamo andati in completo standby, in completa passività.

Oggi ho visto un Empoli che non si è mai arreso. Rispetto al mio Empoli, hanno meno qualità ma oggi sapevo che avremmo trovato grandissime difficoltà e così è stato. Spero sia un segnale per l’Empoli di ricominciare a fare punti. Non credo abbiano tantissime possibilità di essere invischiati nella lotta per non retrocedere. Se tu perdi e gli altri dietro perdono lo stesso, inconsciamente ti può venire meno la reazione in un campionato di questo tipo”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here