La “bastonata” di Napolisoccer.Net. “In dubio, pro Juve!”

0
1322

bastonataLa stagione di Serie A 2016-2017 di certo non sarà ricordata come la più felice dal punto di vista delle decisioni arbitrali, rendendo sempre più urgente l’utilizzo della VAR come strumento tecnologico di supporto agli arbitri nelle decisioni più difficili. Ormai solo il presidente dell’AIA, Nicchi, parla degli arbitri italiani ancora come i più bravi del mondo, un’affermazione a cui ormai in pochi credono come testimoniano gli ultimi erroracci che hanno caratterizzato le ultime partite di Serie A e di Coppa Italia.

Il vero problema però degli errori arbitrali è che, nel dubbio, nel calcio italiano gli episodi vanno sempre a favore della stessa squadra, mentre invece dovrebbe esserci una componente di casualità che a volte favorisce gli uni e altre volte gli altri, alla Juve invece non va quasi mai male, inutile dunque stare a perdere tempo a vedere se c’è o non c’è il tocco, se c’è o meno la volontarietà di un fallo o di un tocco di mano.

Sia chiaro, la Juventus è di gran lunga la squadra più forte del campionato italiano e merita abbondantemente di vincere il campionato, e questo lo si sapeva già dall’estate quando, con una campagna acquisti faraonica, i bianconeri si sono assicurati il miglior centrocampista del campionato italiano, Pjanic, e il miglior attaccante d’Italia e forse d’Europa, Gonzalo Higuain, indebolendo al contempo le due principali rivali nella lotta scudetto, Napoli e Roma.

Ma quello che stupisce di più è la costante che, nel caso di episodi dubbi, la valutazione arbitrale sia sempre a favore dei bianconeri. E’ come se si fosse creato una sorta di “centro di potere” che spinge gli arbitri ad avere una sudditanza psicologica a livelli elevatissimi nei confronti della squadra bianconera. L’arbitro, trovandosi di fronte ad un caso controverso che riguarda la squadra più titolata d’Italia, ha quasi il timore di prendere una decisione contro la Juve che potrebbe poi compromettergli o rendergli più difficile la carriera. L’ultimo che prese decisioni discutibili nei confronti della Juve fu Bergonzi, arbitro di Genova, che in un famosissimo Napoli-Juventus 3-1 del campionato 2007-2008, assegnò due rigori molto discutibili al Napoli e fu sospeso per due mesi oltre a non essere designato per oltre due anni ad arbitrare gare della Juve.

Il mese di febbraio si è aperto il giorno 5 con la contestatissima direzione arbitrale di Rizzoli in Juventus-Inter con alcuni episodi molto controversi che scatenarono la reazione dei nerazzurri sfociata in una “panolada” allo stadio “San Siro” la settimana successiva. Lo stesso mese di febbraio si è chiuso il giorno 28 con l’andata della semifinale di Coppa Italia, Juventus-Napoli, arbitrata da Valeri di Roma, con un rigore non concesso ad Albiol (che non cade sicuramente da solo) e sul capovolgimento di fronte con un rigore molto dubbio concesso ai bianconeri con Reina che prende nettamente la palla con le mani e sullo slancio tocca Cuadrado facendolo cadere. In entrambi i casi, “in dubio, pro Juve!”.

Infine le polemiche di Juve-Milan con il rigore assegnato dal sig. Massa di Imperia molto dubbio quando il recupero assegnato si era già esaurito da almeno 30 secondi, per fallo di mani di De Sciglio sulla cui volontarietà sussistono enormi dubbi. Anche in questo caso, nel dubbio, valutazione tutta pro Juve con il regolamento che inchioda l’arbitro al suo errore: “il tocco non deve essere considerato intenzionale se, per naturale effetto del movimento corporeo, un calciatore tiene le braccia distaccate dal busto e il pallone vi urta contro; oppure se, per effetto della distanza ravvicinata, il calciatore non ha potuto evitare il contatto delle braccia con il pallone. Conta anche il fatto che il movimento del braccio sia verso il pallone e non in allontanamento dallo stesso”.

E probabilmente ha proprio ragione il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri. A pensar male si fa peccato ma spesso si indovina, e forse è proprio vero che se quelli che vanno a giocare a Torino si stanno lamentando tutti, magari sono squadre di pazzi, oppure magari gli episodi ci sono per davvero…

Natale Giusti – NapoliSoccer.Net



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here