De Magistris replica: “Non comprendo il comunicato. Le mie parole fuorviate. Non concordo sullo stadio da 20mila”

0
61

demagistris_1Il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris ha replicato in serata, con un suo intervento a Radio Kiss Kiss Napoli, al comunicato diffuso dalla SSC Napoli nel pomeriggio. Ecco quanto evidenziato da Napolisoccer.Net: “Non lo comprendo questo comunicato, quello che ho detto è registrato. Ho le registrazioni dei miei interventi al riguardo. Ci sono forzature che ho visto in mie affermazioni che sono state rilasciate in radio e televisione. Ho sempre detto questo, mai contro e mai criticato nessuno, mi sono state fatte domande su cosa stiamo facendo per lo stadio, ed io ho detto che il comune di Napoli si è fatto carico da solo di lavori che sta facendo per 25 mln di euro con il mutuo concesso dal Credito Sportivo, che non sono bruscolini per una città che è in difficoltà, e garantiremo altrettanti qualora legittimante la società decidesse di non investire senza alcuna polemica.

Il mio intervento era assolutamente costruttivo, senza questi interventi allo stadio che ha fatto il Comune avremo avuto delle difficoltà ad essere ammessi nella Champions. La Uefa ci ha chiesto di avere i sediolini, i bagni nuovi e la tribuna stampa, esattamente quello che noi abbiamo cominciato a fare.

Poi ho espresso la mia opinione di tifoso sul fatto che non sono d’accordo con uno stadio da 20mila, non mi pare che uno si debba offendere se non si è d’accordo. Il presidente dice tante cose su cui non siamo d’accordo, non mi pare che uno debba fare addirittura un comunicato. Secondo me è infondato totalmente, le mie dichiarazioni sono pacifiche e per l’unità e non per scatenare polemiche.

Anche nella vicenda Sarri ho detto che sto con l’allenatore ma non ho attaccato De Laurentiis, sono stato molto pacato. Si sono fatti fuorviare da qualche articolo che ha riportato le mie parole in modo non corretto. Ho ricostruito i fatti senza spirito polemico o rivendicativo. Noi siamo portatori di pace, anche quando avremmo potuto alimentare le polemiche non lo abbiamo mai fatto”.

LASCIA UN COMMENTO