Materazzi (all.): “Gli azzurri troveranno un Bari quasi disperato che tenterà l’arrembaggio”

0
78

Giuseppe Materazzi, ex allenatore del Bari, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di “Amore… Azzurro”, programma sportivo in onda ogni mercoledì e sabato su Radio Amore. Ecco alcuni passaggi dell’intervista:
Campionato incerto? L’Inter è ritornata in corsa, dopo l’arrivo di Leonardo. Credo che alla fine il titolo se lo contenderanno le due milanesi e la Roma. La Juve non mi sembra in grado di lottare per il titolo. I bianconeri credo si giochino il quarto posto con Napoli, Lazio e Palermo.

Bari-Napoli? E’ una partita aperta a qualsiasi risultato. Gli azzurri troveranno un Bari quasi disperato che tenterà l’arrembaggio per ottenere i tre punti. Per i pugliesi, la partita di domani rappresenta l’ultima spiaggia. Il Napoli, potrebbe trarre giovamento da questo atteggiamento spregiudicato degli uomini di Ventura, perché gli azzurri sono devastanti nelle ripartenze.

Un innesto nel mercato di gennaio potrebbe compromettere l’armonia del gruppo azzurro? Se il Napoli si rinforzasse nei ruoli in cui è scoperto, non credo. Certo, se invece dovesse arrivare un nuovo elemento ove non serve, allora questo potrebbe rappresentare un problema. La Roma, ad esempio, ha comprato troppi attaccanti ed ora l’eccessiva concorrenza sta creando qualche problema a Ranieri. In generale, direi che l’arrivo di un grande campione è sempre positivo. Compare tanto per comprare, invece, è inutile.

Mourinho e Benitez? Il tecnico portoghese è uno sveglio che riesce a valorizzare al massimo i suoi uomini. Mio figlio Marco, ad esempio, pur giocando poco aveva un rapporto speciale con l’attuale allenatore del Real. Benitez è un uomo pragmatico, ma probabilmente era un tipo troppo freddo per l’ambiente nerazzurro. Oltretutto, forse ha puntato troppo su dei giovani emergenti, ma non ancora pronti per giocare in un grande club.

Grava? Quando io allenavo la Casertana, lui era ancora un ragazzino delle giovanili. Il prolungamento del suo contratto, dopo il grave infortunio subito, è un gesto molto importante. Le persone che meritano, come Gianluca, dovrebbero essere sempre gratificate. Questo prolungamento, è stato un segnale importante non solo per lui, ma anche per molti ragazzi e per la città di Napoli in generale. Colgo l’occasione, per fare i complimenti a De Laurentiis.

Santacroce? Non conosco i programmi del Napoli. Io prenderei un altro difensore, ma terrei anche Santacroce. Certo, se manifestasse l’intenzione di andare altrove, allora sarebbe giusto cederlo.…”
Intervista realizzata dalla Redazione Sportiva Radio Amore Campania.
 



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here