Quagliarella-Napoli si intensificano i contatti

11
43

Non è più esclusivamente una voce di mercato, ma il Napoli vuole per il prossimo anno Quagliarella attualmente attaccante dell’Udinese. Il D.G. Marino pressa assiduamente la società friulana, che da una parte dichiara l’incedibilità del forte attaccante partenopeo e dall’altra strizza l’occhio alle lusinghe partenopee. Il calciatore? Dal canto suo non ha mai nascosto l’intenzione di venire a Napoli. Tasselli importanti per la definizione del trasferimento in azzurro di Quagliarella potrebbero essere sia Calaiò che Dalla Bona.

Redazione Napolisoccer.net

11 Commenti

  1. ho l’impressione che la campagna acquisti del Napoli sarà deludente.
    Sento dei nomi altisonanti oppure giocatori promettenti che stanno lì lì per venire e che il giorno dopo sono già pronti per firmare per un’altra squadra.
    Ad ogni modo ,fermo restando che il giornalismo italiano,a tutti i livelli ,è altamente e scandalosamente disastroso non ho ancora capito quali effettivamente siano i programmi della società salvo aver già saputo con largo anticipo che andranno via sia Sosa che Domizzi.
    Riuscirà il Napoli a dare vita al proggetto di cui tanto si è parlato oppure l’ottavo posto è la posizione massima a cui può ambire?

  2. i risultati arriveranno,marino non è uno qualunque,l’anno scorso,tanti nomi,e poi a sorpresa ecco lavezzi,ecco hamsik,ecco blasi,ecco zalajeta,gargano,ecc… vedrete.. io ci credo..

  3. L’anno prox l’obiettivo MINIMO dovrà essere il sesto posto . Occorrono 4 giocatori di ottima qualità e 4 giovani di prospettiva per completare l’organico. Un altro anno tra settimo e dodicesimo posto vorrà dire un addio ad Hamsik, Santacroce e Lavezzi che sono i tre campionissimi del Napoli. Questi ragazzi incominciano ad essere attratti dalla Champions League.
    Vogliamo un grande Napoli.

  4. confido molto nella capacità di Marino di scovare talenti e buoni calciatori. Nomi altisonanti non credo siano da accostare al napoli, poichè la società non vuole arrivare a sfondare un certo limite relativo agli ingaggi. Anche se questo mi fa sorgere una domanda. Riuscirà DeLaurentiis a portare gli azzurri in Champions nell’arco di tre anni come promesso, con questa linea? La vedo dura. Comunque un grazie al presidente e al dg per averci riportato in A e all’ottavo posto al primo anno.

  5. concordo con ugo per i nomi “eccellenti”che quotidianamente vengono tirati fuori ed inseriti in un’improbabile campagna acquisti del napoli e difatti smentiti già qualche ora dopo. mi domando a cosa servono questi specchietti per le allodole: forse ad attirare già l’attenzione dei tifosi e trasformarli magicamente in neo-abbonati?! aggiungo che nutro dubbi sul vantaggio di lasciare andare calaiò. quest’anno non ha avuto tante possibilità per dimostrare quanto vale.

  6. concordo con quanto detto da ugo sui nomi “eccellenti” tirati fuori ed inseriti in un’improbabile campagna acquisti azzurra e dopo qualche ora prontamente smentiti. mi domando a cosa servono questi specchietti per le allodole: forse ad attirare l’attenzione dei tifosi per convertirli quanto prima in neo-abbonati?! credo che non sarebbe un vantaggio dar via calaiò: non ha avuto tante possibilità per dimostrare il suo valore da quando il napoli è nella massima serie.

  7. Quagliarella???… ma che dobbiamo fare con quagliarella… misa che prendiamo Bernacci!!!… scherzi???.. è il nuovo “Luca Toni”!!!…
    p.s… ovviamente parlo in senso ironico:(:(:(…. purtroppo mi associo al pensiero di Ugo… credo che al massimo saremo solo i “re” della campagna aquisti di B e C… o di qualche scarto di serie A:(… spero di sbagliarmi…
    ma ho i miei dubbi che ogni anno troviamo i nuovi “hamsik lavezzi e santacroce”… sono anche molto preoccupato sulla questione del tetto-ingaggi… sarà facile che perderemo anche qualche campione allettato da altri lauti compensi

  8. VEDO, CON IMMENSO PIACERE,DI NON ESSERE L’UNICO A NON ILLUDERSI SULLA CAMPAGNA ACQUISTI DEL NAPOLI.
    POI VOLEVO PRECISARE UNA COSA ,PER ME MARINO E’ IL NUMERO UNO IN ITALIA MEGLIO ANCHE DI CORVINO PERO’…………..
    NAPOLI NON E’ NE’ UDINE NE’ FIRENZE E POI IL CALCIO ITALIANO E’ CAMBIATO NON SIAMO PIU’ SUL TETTO DEL MONDO OGGI LA STERLINA INGLESE E’ STRAPOTENTE E GLI STIPENDI DEI GIOCATORI DEI CLUB ITALIANI SONO I PIU’ TASSATI D’EUROPA.

  9. I GIOVANI CI SONO GIA’ ORA BISOGNA METTERE 3/4 GIOCATORI DI TECNICA PURA, COSI’ IN CASO DI DIFFICOLTA’ (FUORI CASA) LORO SANNO COME IMPOSTARE LA PARTITA. NON POSSIAMO ANCORA GIOCARE CON SAVINI SULLA FASCIA E BOGLIACINO IN ATTACCO.SE PENSIAMO AL TETTO DELL’INGAGGIO, HO UN CONSIGLIO DA DARE A MARINO (VENDI 10 E PRENDI 3) E’ INUTILE AVERE ANCORA CON NOI I VARI BUCCHI DE ZERBI PIA MALDONADO CAPPARELLA RULLO LACRIMINI AMODIO ROMITO CALAIO DALLA BONA IEZZO (3 PORTIERI) GRAVA SAVINI CUPI. ALTRO CHE INGAGGIO PUOI PAGARE ANCHE RONALDINHO. IL SOGNO E’ LAVEZZI PIATTI CAVENAGHI.

LASCIA UN COMMENTO