Champions: Manchester United campione d’Europa

0
24

Il Manchester United e’ campione d’Europa per la terza volta nella sua storia. Allo stadio Luzhniki di Mosca i Red Devils si impongono 7-6 sul Chelsea dopo i calci di rigore. Al termine dei 120′ il punteggio, infatti, era rimasto sull’1-1 dopo le reti di Ronaldo e Lampard nel primo tempo, con i Blues che colpiscono anche due legni e Drogba espulso al minuto 116. Dagli undici metri, dopo l’errore di Ronaldo, quelli di Terry e Anelka che incoronano i Red Devils. Ferguson recupera Vidic al centro della difesa con Ferdinand, mentre Hargreaves e Tevez conquistano una maglia da titolare, con l’argentino chiamato a dare incisivita’ alla manovra offensiva con Rooney e Ronaldo. C’e’ Ashley Cole nel Chelsea (il giocatore era in forte dubbio), Essien fa l’esterno destro di difesa e in mezzo al campo tocca a Ballack, Makelele e Lampard con Joe Cole e Malouda a supporto di Drogba. Inizio contratto, con un gioco piuttosto frammentato e un solo brivido (6′, tiro-cross di Hargreaves controllato da Cech) degno di nota. I Red Devils spingono, il Chelsea riesce a difendersi con ordine ma senza riuscire a farsi pericoloso in avanti e al 26′ l’uomo piu’ atteso, Cristiano Ronaldo, lascia il segno: combinazione Scholes-Brown sulla destra, palla in mezzo e colpo di testa vincente della stella lusitana che non lascia scampo a Cech. I Blues provano a reagire ma e’ ancora il portiere ceco, al 35′, a tenere i suoi a galla con un doppio intervento su Tevez e Carrick. Lo United sfiora il raddoppio anche nel finale di tempo (Tevez non trova l’impatto col pallone sotto porta) ma al 45′ arriva l’insperato pareggio del Chelsea, con un tiro di Essien "sporcato" e Lampard che si avventa sul pallone prima di tutti, depositando alle spalle di Van der Sar. Nella ripresa si vede un Chelsea piu’ aggressivo, con Essien e Ballack che ci provano dalla distanza, ma col trascorrere dei minuti i Red Devils prendono nuovamente le misure agli avversari anche se in avanti faticano. La partita sembra avviarsi verso i supplementari, Drogba prova a evitarli al 33′ ma la sua conclusione da fuori si stampa sul palo e al triplice fischio il risultato e’ ancora 1-1. Nei supplementari e’ ancora il Chelsea a farsi pericoloso ma al 4′ la traversa nega a Lampard la gioia della doppietta mentre qualche minuto dopo tocca a Terry salvare quasi sulla linea sulla conclusione a botta sicura di Giggs. Nei minuti finali animi caldi, con Drogba che viene espulso per una manata a Vidic, poi i rigori con la parata di Cech su Ronaldo, Terry che scivola al momento della battuta e colpisce il palo e infine la respinta di Van der Sar su Anelka che vale per lo United la terza Champions dopo quelle del 1968 e del 1999.
Fonte: AGI/ITALPRESS

LASCIA UN COMMENTO