Davide Lippi: “Blasi non vuole andare via da Napoli”

1
97

Lippi-Davide01"Se il Napoli non fosse stato penalizzato da alcuni errori, adesso sarebbe primo in classifica"
Davide Lippi, procuratore di Manuele Blasi, intervenuto a Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma ha rilasciato alcune dichiarazioni: “Questo Napoli non si deve porre limiti perché l’appetito vien mangiando. Nessuno si aspettava che fosse in questa situazione in classifica, ma adesso è giusto che ci credano. Il Napoli ad oggi si trova un obiettivo importante a portata di mano.
Lo scudetto è un obiettivo difficile, ma giocando partita dopo partita, se le cose procedono come stanno procedendo, perché non crederci.
Il lavoro di programmazione di De Laurentiis è eccellente, sul mercato poi, si può ancora migliorare. È giusto avere i piedi per terra, però mi sembra che il Napoli abbia anche un allenatore molto serio che lavora sul campo.
Tra Manuele Blasi e il tecnico azzurro c’è un rapporto di stima. Mazzarri ha voluto il ritorno di Manuele. Ha avuto alcuni problemini fisici, ma ad oggi se la gioca con Hassan Yebda. Inizialmente Manuele era un passo avanti rispetto al centrocampista algerino, poi ha avuto dei problemini, ed è giusto dare fiducia a chi si è creato un po’ di spazio e credibilità. Se credi in un progetto, in una maglia, puoi riconquistarti il posto, e l’obiettivo di Blasi è questo.
Blasi01Le incertezze sul trasferimento del mio assistito in altre squadre sono dovute al fatto che Manuele non vuole andare via da Napoli, non è una questione di accordo tra società, ma è la sua volontà. Vorrebbe fino all’ultimo tentare di rientrare nella scena del Napoli.
Vedo che il Napoli si sta muovendo sul mercato, se prenderà anche un altro centrocampista allora anche noi faremo le nostre valutazione. Io credo che un calciatore debba pensare al campo, per cui se la possibilità di giocare diventano remote, allora è giusto cambiare squadra. Manuele è convinto di essere ancora utile al Napoli anche perché le partite che giocherà la squadra azzurra sono tante, ma le cose si fanno in due. La società non ha messo fuori il mio assistito, e finché non lo farà, non si muoverà da Napoli.
Il concetto del mercato di gennaio è abbastanza particolare. In una squadra come quella del Napoli, che già funziona perché c’è equilibrio e unione, diventa difficile inserire nuovi calciatori per migliorarla. Solo i campioni possono entrare a far parte del gruppo e credo che Inler possa essere uno di quelli.
Gli arbitri possono sbagliare come possono sbagliare gli allenatori o i calciatori. Ma se il Napoli non fosse stato penalizzato da alcuni errori, adesso sarebbe primo in classifica. Anche se, essere secondi in graduatoria, nonostante gli errori arbitrali, vuol dire che il Napoli è davvero una squadra forte.
Penso che il Napoli a gennaio faccia di tutto per migliorare la propria rosa quindi è giusto sognare, e sudare la maglia in ogni partita per collezionare quanti più risultati positivi è possibile. Il Napoli ha dato entusiasmo a tutta l’Italia e anche i non tifosi del Napoli sono convinto che si entusiasmano quando vedono il Napoli giocare”.
Redazione NapoliSoccer.NET – Fonte: Radio Crc
 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here