Sarri: “Assurdo il gol preso 30 secondi dopo il nostro raddoppio. Ha dato fiducia ai viola”

0
578

sarri-x600_3.9.2016Il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri, è intervenuto a Mediaset Premium al termine di Fiorentina-Napoli. Le sue dichiarazioni sono state raccolte e sintetizzate da Napoilisoccer.net: “Gabbiadini è un freddo e sui rigori è molto affidabile. Il 2-2 preso dopo trenta secondi dal vantaggio ha dato grande fiducia ai viola. Ma era una partita difficile contro una buona Fiorentina e noi come al solito pecchiamo in mentalità. Dobbiamo migliorare molto su questo aspetto altrimenti rischiamo di non raccogliere quanto fatto in campo con ottime prestazioni. Non c’è niente da recriminare: a livello di prestazione va bene ma a livello di mentalità dobbiamo migliorare tantissimo ancora. Forse l’inesperienza ci penalizza ma vorrei vedere un po’ di sacrificio in più: vai in vantaggio 1-2 a venti minuti dalla fine e non puoi beccare gol dopo nemmeno un minuto. Quel gol è stato decisivo in negativo per noi. Alla fine è andata bene: abbiamo riacciuffato una gara che ormai avevamo perso. A volte gli errori difensivi vanno indotti, il nostro gol del 1-2 è stato eloquente da questo punto di vista. Ad un certo punto abbiamo preso due ripartenze ed è chiaro che Diawara da solo non può andare contemporaneamente su due loro incontristi che erano già in area di rigore.

Ci adeguiamo alla rosa che abbiamo a disposizione. Sarà la squadra a mettere l’eventuale nuovo attaccante in condizione di fare bene. La formula con Mertens falso nove è una soluzione che mi intriga ma in alcuni momenti della gara ti rende difficile approfittare di qualche palla sporca in area. Nel secondo tempo eravamo più lunghi e non avevamo gli equilibri in campo del primo tempo.

Maksimovic sta facendo un po’ di fatica ad entrare nei nostri meccanismi. Lui negli ultimi anni ha sempre giocato in una linea difensiva a tre e per lui tatticamente è una novità giocare a 4. Anche Chiriches l’anno scorso ebbe gli stessi problemi e quest’anno sta andando benissimo dopo un anno di lavoro con la squadra”.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here