Travolgente Sibilla, Battuto 5-0 lo Zagarolo: Nasce al “Chiovato” il Tris delle Meraviglie

0
58

La Sibilla cala un favoloso pokerissimo dinanzi ad un gremito “Chiovato”, attraverso l’utilizzo di una nuova formula algebrica che, di qui in avanti, sarà decisiva verso il cammino che porta alla promozione: la “M” al cubo biancazzurra mette la freccia e supera lo Zagarolo in classifica. E’ stata travolgente la prestazione degli uomini di Carannante il quale, dopo il doppio turno in esterna e l’arrivo di numerosi innesti, è riuscito ad amalgamare al meglio gli ingredienti acquistati dalla società bacolese dando in tal modo vigore e cinismo al reparto offensivo e maggiore sicurezza a quello difensivo. “M” come Manzo (in foto), autore di una decisiva tripletta e di una prestazione all’altezza del fenomeno che è; “M” come Mendil, giocatore ritrovato dopo un inizio difficile e molto più duttile nel ruolo di laterale offensivo nel tridente delle meraviglie imbastito dal tecnico flegreo; “M” come Martone, attaccante di razza autore di una partita superlativa condita del gol che ha sbloccato la partita e di una serie di assist e di azioni in velocità che hanno fatto, e faranno, le fortune del popolo biancoazzurro. Per ciò che concerne l’andamento della partita, dopo una prima mezz’ora non esaltante e marchiata da un goal annullato per presunto fuorigioco ai laziali in maglietta rossa, la Sibilla ha poi accelerato il ritmo approfittando di svariati errori della retroguardia dello Zagarolo e di qualche errore arbitrale duramente contestato dai ragazzi allenati da mister Scarfini. Al ’37 Martone fugge in velocità e trafigge con un diagonale un goffo Schiavella, facendo scoppiare di gioia la tribuna di casa. Al minuto 41 è già tempo di raddoppio firmato da Manzo il quale, lesto, approfitta di un retropassaggio avversario che gli permette di eludere il fuorigioco. Al termine della prima frazione di gioco è invece Mendil a calare il tris poggiando in rete un cross giunto dalla sinistra. Il secondo tempo comincia in modo non differente da come era terminato il primo e già al ’11 il solito Manzo, mattatore implacabile, realizza con freddezza un rigore ottenuto a seguito di uno slalom in area di Mendil. Inutili le proteste del giovane Paglia. Da questo momento in poi Carannante decide di far respirare i suoi uomini migliori dando spazio alle riserve. Il giovane Piccolo, autore di un’ottima prestazione, viene spostato come terzo d’attacco e come quarto di difesa viene inserito Andreozzi, che rispetta in toto le direttive impartitegli dal tecnico di casa. Al ’23 la Sibilla chiude il pokerissimo. Poziello lancia e Manzo, in velocità, sigla la personale tripletta mandando la Sibilla in paradiso.
La Viribus invece, altra squadra campana del Girone G della Serie D, non è andata oltre il pareggio in trasferta contro l'Anziolavinio (1-1).

Il Roma
Foto: Dino Esposito



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here