Corbo: “La squadra di Mazzarri soffre di una vecchia malattia che è la discontinuità”

6
63

A Radio Crc, nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma, è intervenuto il giornalista Antonio Corbo, che ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “C’è grande delusione a Napoli per la sconfitta al Meazza. La squadra di Mazzarri soffre di una vecchia malattia che è la discontinuità. Alterna partite sublimi a partite disastrose. Nel secondo tempo, contro l’Inter, sembrava che il Napoli non ci fosse più in campo, comandava la squadra di Leonardo. I calciatori azzurri sulle fasce laterali erano troppo fragili, i sudamericani sembravano avere ancora la testa alle feste del loro paese, Maggio era irriconoscibile. Dopo il terzo gol nerazzurro ho provato malinconia e tristezza. Motta ha dimostrato tutte le sua qualità fisiche, è davvero un grande campione ma tutti i calciatori nerazzurri nel complesso hanno fatto bene. Ho visto un Inter florido e motivato. Il Napoli però ci ha abituato a grandi rivincite e domenica sono sicuro di vedere in campo una squadra diversa, più attenta e grintosa. Mazzarri che nella conferenza stampa pre-patrtita è sembrato spavaldo e troppo sicuro di sé, dopo la batosta contro l’Inter è tornato umile e con i piedi per terra. Leonardo è sembrato invece entusiasta della prestazione dei calciatori nerazzurri e, a giusta ragione ,perché l’Inter ha giocato in modo straripante. La Juventus ha speso molto sul mercato e non è di certo Toni il calciatore che poteva servire a migliorarsi, avrebbe dovuto prendere un calciatore che potesse sostituire Quagliarella. Al Napoli servono acquisti importanti. Occorre un attaccante, Gargano deve recuperare la sua forma fisica e si devono eliminare calciatori che non servono alla squadra azzurra”.
 

Redazione Napolisoccer.NET (Fonte: Radio CRC)
 



6 Commenti

  1. Il Napoli ha provato a fare la solita partita ma stavolta di fronte avevamouna squadra ipermotivata e forte fisicamente.Soprattutto la forza fisica ci ha condannati..I sudamaêricani hanno lottato.Corbo ha visto un`altra partita.

  2. beh…se lottare significa lottare come GARGANO…..meglio cambiare sport!!!-.Ieri la partita la doveva giocare dall’inizio Jebda più forte fisicamente- contro il validissimo centrocampo interista.Come al solito Mazzarri “salva” fino all’inverosimile il suo “gruppo”-si è deciso troppo tardi nelle sostituzioni.

  3. il napoli è stato in partita fino al 3 1..poi la testa +è andata a domenica,,,se entrava il go di maggio o il 2 2 era un altra partita…siamo questi ..onorata la maglia…va bene lo stesso

  4. ragazzi perdere contro l’Inter ci sta tutto, l’avessimo incontrati prima della sosta forse vedevamo un altra partita, personalmente l’avevo anche pronosticato ma con la condizione di vincere contro l’odiata Juventus e cosi sià 😀 !!!
    Gargano stavo ancora in vacanza, al suo posto doveva giocare Yebda e vabbè non fa niente, ora tutti al SAN PAOLO per sostenere questi 11LEONI, stavolta non possiamo fallire dobbiamo continuare a volare chiudere il girone d’andata con 36punti sarebbe una bellissima soddisfazione e questo i ragazzi lo sanno troppo bene.
    SEMPRE E SOLO FORZA NAPOLI

  5. Corbo, dall’alto della sua sapienza calcistica, dimentica forse che il materiale umano a disposizione di Mazzarri è quello che è: la squadra riesce ad impensierire gli avversari (di qualunque livello essi siano) solo quando gira a mille, con un ritmo e una velocità che pochi in Italia dimostrano avere. Ma, anche per una logica statistica, sig. Corbo, capita che su un campionato di 38 incontri talvolta non si riesca a dare il massimo … e questo, per inciso, succede anche a squadroni (vds. Roma, Juve, Milan e la stessa Inter) che hanno ben altre qualità tecniche.
    Corbo,non provi “malinconia e tristezza” oggi che il Napoli comunque, ci sta dando grandissime soddisfazioni: allora quando eravamo in C si sarebbe suicidato?

  6. ha bloccato,ha bloccato, i leoni sono diventati dei gatti spaesati contro l’inter,e la stessa cosa accadrà con la juve ,bisogna accettare quando una squadra è discontinua e inferiore ,se non si compra un elemento di valore indiscusso al centro e in difesa ,il posto migliore dove possiamo arrivare è il quinto o sesto posto ,se tutto và bene..ricordiamoci il calo dell’anno scorso nel girone di ritorno.e speriamo che non si fà male cavani ..forza azzurri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here