Tradizione rispettata! Napoli depresso e troppo sufficiente buca la sua prima prova di maturità

7
17
Il commento di Inter-Napoli.
Befana amara! Come da tradizione la prima gara dell'anno il Napoli la fallisce. La fallisce al cospetto di una nuova Inter rinvigorita dal "milanista" Leonardo.
Se questa doveva essere una delle prove di maturità, gli azzurri risultano rimandati a medi voti. Il Napoli sbaglia l'approccio alla gara e regala all'Inter occasioni limpide, inesorabilmente sfruttate al meglio. Ma quella di stasera è anche la partita dei "lazzari" resuscitati. Thiago Motta imperversa, con le sue folate, su tutto il fronte d'attacco e crea quella superiorità sulla trequarti che annichilisce il Napoli.
La forza tecnica dei nerazzurri si nota in special modo quando i partenopei, troppo lenti ad impostare e concretizzare la manovra, cercano con sufficienza di offendere.
Nemmeno l'intervallo ha schiarito le menti offuscate dei ragazzi di Mazzarri. Troppo stress da posizioni alte? Poche motivazioni? Troppa sufficienza? Sicuramente un pò di tutto questo! E' sembrato chiaro che i leader storici azzurri hanno "marciato" il passo senza mai dare quella scossa adrenalinica ai propri compagni. Forse il buon Mazzarri se ne era accorto nell'immediata vigilia ma non è riuscito a cambiare nulla.
C'è da sottolineare che i gol dell'Inter sono arrivati sempre in momenti particolari, all'inizio, durante il maggior momento di pressione azzurro e quando il Napoli cercava faticosamente di riaggrapparsi alla partita. Le infilate centrali dei centrocampisti nerazzurri evidenziano la poca serenità difensiva. In attacco il solo Lavezzi, con le sue folate, ha cercato di dare la famosa scossa, ma il tutto è risultato vano visto la lentezza dei suoi compagni che mal lo hanno assecondato nei suoi movimenti oltre che una sua propensione ad imbucarsi negli spazi angusti. Peccato!
Va comunque evidenziato che non sono stati solo demeriti azzurri, ma c'è stata la grande voglia interista di dare un senso al proprio campionato che ha fatto la differenza in campo. Bravo Leonardo a dare gli stimoli giusti ad una corazzata ferma in bacino. Stimoli che hanno chiuso tutte le fonti di gioco partenopee, portando spesso e volentieri il Napoli a incaponirsi in azioni individuali poco concrete e mal gestite, specialmente nella seconda parte della gara.
Un appunto particolare va fatto alle scelte di Mazzarri sui cambi. Zuniga, Yebda e Sosa non hanno di certo cambiato la partita ma la domanda che tutti devono cominciare a farsi è: "ma il Principito senza corona quando ritroverà la sua vera verve?" In tanti sperano presto, ma uno in particolare deve sperarlo subito: lui!
Giornataccia insomma, dove tutti hanno contribuito alla disfatta. Dinamicità e velocità oggi non sono appartenute a questo Napoli che dovrà per forza ritrovarsi, fra tre giorni, nella sfida delle sfide del San Paolo contro la Juventus. Una partita che dovrà entrare nelle menti dei partenopei che già da stasera dovranno analizzare e far tesoro degli errori commessi al Meazza.
Buona invece la direzione di gara di Rocchi che ha sbagliato poco o nulla, sanzionando gli interventi in maniera equa e soprattutto con lo stesso metro di giudizio. Ma attenzione, nulla di tutto ciò che è stato fatto fin ora è da buttare. Anzi proprio dagli errori, il Napoli, ha saputo costruire le vittorie più importanti ed ha saputo reagire alle avversità.

Gennaro Gambardella

7 Commenti

  1. ma quante prove di maturità deve fare il Napoli??? Non era la partita col Genoa?? e quella con il Lecce ke poteva essere riskiosa perkè di basso profilo??? Mah…il giornalismo deprimente campano, il solito direi…

  2. il NAPOLI ha fatto un buon primo tempo, benissimo fino all’ 1-1 per di + con l’occasione di MAGGIO per portarci in vantaggio l’errore che ci ha spezzato le gambe è stato quello di Gargano per me inguardabile, stasera ogni cosa che faceva mi innervosiva, da una sua palla persa è nato il contropiede dell’Inter e il conseguente calcio d’angolo che ha portato al goal di MOTTA.
    I giorni prima della partita dissi ad un mio amico “juventino” preferisco perdere con l’ Inter e vincerere contro la Juventus e cosi sia 😀 !! Un ultima cosa JOE sono d’accordissimo con te oltre all’articolo ora usciranno fuori tutti questi “psuedo-tifosi” e diranno di tutto di + che così, che colà, il NAPOLI sta facendo un signor campionato e l’esame di maturità l’ha superato già da un pezzo a pieni voti e domenica lo dimostrerà !!!!
    SEMPRE E SOLO FORZA NAPOLI

  3. capisco la rabbia dopo una simile partita ma l’articolo mi sembra inquadrare la situazione e poi dela compro qua compro la ma chi ma quando se si vuole rinforzare la squadra bisogna farlo e non dirlo soltanto a parole mi sembri spinelli che piagneva sempre pur di raccattare qualche giocatore pur di non tirare fuori un becco di quattrino mi sa che sei d’origine… ligure Un’altra occasione buttata al vento.

  4. Purtroppo abbiamo ancora una volta dimostrato di non essere una grande squadra. Il salto di qualità non l’abbiamo fatto. D’altro canto si poteva ben sperare visto che l’Inter ha giocato con una seconda squadra, dati gli assenti.
    Insomma Popolo Napoletano, senza una difesa adeguata, restiamo la solita squadra rivelazione……e basta. De Laurentiis se vuoi imitare il Barcellona, COMINCIA A FARLO VERAMENTE.

  5. D’accordissimo con JOE!!
    Unica puntualizzazione… Non è solo il giornalismo campano ma quello sul calcio in genere!!
    .
    Basta guardare le trasmissioni della domenica sera (che non vedop iù da ormai un paio d’anni)… Inguardabili ormai…

  6. FORZA NAPOLI, dobbiamo toglierci dalla testa che siamo una pretendente per il titolo, altrimenti creamo solo false illusioni siamo e saltano poi fuori sti pseudotifosi tu compreso, dobbiamo essere semplicemente +realisti il NAPOLI se la giocherà fino alla fine per un posto in COPPA CAMPIONI e la prova di maturità l’abbiamo superata da un pezzo e ti dico anche quando….SAMPDORIA-NAPOLI 1-2, se non ricordi ti rinfresco io passarano con Cassano, poi il Napoli segnò con HAMSIK e CAVANI.
    Quello che serve sono 2giocatori un difensore mancino e un centrocampista che arriverà, io sono molto fiducioso nella società come del resto lo sono sempre stato.
    FORZA NAPOLI

LASCIA UN COMMENTO