Calcio: Verona-Cavese, 8 arrestati e 5 denunciati per scontri

0
58

Otto tifosi campani sono stati arrestati oggi dalla polizia dopo gravi scontri con le forze dell’ordine all’esterno dello stadio Bentegodi, prima dell’incontro di serie C1 Verona-Cavese (perso dai veneti 1-0). Oltre agli otto finiti in manette, altri cinque tifosi campani sono stati denunciati dalla polizia a piede libero: si tratta di persone dai 20 ai 40 anni, tutte residenti a Cava dei Tirreni. Sono accusati di resistenza e violenza a pubblico ufficiale, lesioni, danneggiamento.

Gli scontri sono scoppiati quando un gruppo di un centinaio di supporter della Cavese, giunti a Verona senza biglietti o con tagliandi intestati ad altre persone, hanno cercato di sfondare i cancelli di ingresso. Dalla curva degli ospiti del Bentegodi, circa 300 tifosi campani che erano entrati regolarmente allo stadio si sono precipitati giu’ per dar man forte ai loro amici. Prima di farlo hanno pero’ fatto irruzione nei bagni della stadio, sfasciando i sanitari e armandosi di cocci per minacciare le forze dell’ordine. Nel frattempo il veloce intervento di polizia e carabinieri aveva fatto desistere, disperdendoli, gli esagitati che tentavano lo sfondamento dei cancelli. Dopo di che agenti e carabinieri hanno dovuto fronteggiare gli ultras della Cavese provenienti dalla curva, alcuni dei quali hanno usato anche cinture come oggetti di offesa e spruzzato spray urticante contro le forze di polizia. Cinque tifosi sono stati arrestati subito, altri tre al termine della partita, sulla base delle immagini dei disordini filmate dalla Digos. Negli incidenti sono rimasti leggermente contusi due agenti, un carabiniere ed uno stewart del Bentegodi. Nei riguardi dei tifosi arrestati e denunciati la Questura di Verona predisporra’ anche i provvedimenti di divieto di accesso alle manifestazioni sportive (Daspo).
 
Fonte: ANSA



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here