I prossimi avversari: il Milan

0
43

Domani al San Paolo sarà di scena il Milan di Carlo Ancelotti, per quella che sarà la gara che congederà gli azzurri dal loro pubblico.  I partenopei giocheranno per regalare l’ennesima soddisfazione ai propri supporters, i milanisti – di contro – cercheranno di raccogliere il bottino pieno per consolidare il quarto posto e la conseguente qualificazione alla prossima champions.
I rossoneri seppur in un momento di ottima forma fisica e psicologica, contano parecchi assenti tra le loro fila. Infatti, oltre agli infortunati Ronaldo, Maldini, Dida, Emerson e Gourcuff ci saranno le assenze anche di Pirlo (squalificato) e Cafù (non convocato), senza dimenticare che alcuni giocatori, seppur disponibili, non saranno nel pieno della forma fisica in quanto reduci da piccoli infortuni o problemi muscolari.
Il tecnico Ancelotti, come da prassi, confermerà il suo modulo 4-3-2-1 (il cosiddetto albero di natale). In porta sicuramente titolare, dopo le ultime buone prestazioni, giocherà il gigante Kalac. La difesa a quattro dovrebbe veder partire titolari Nesta e Kaladze al centro, con Bonera (preferito ad Oddo) e Jankulovski (vecchia conoscenza azzurra) sulle corsie laterali pronti a proporsi nella fase di costruzione del gioco.
A centrocampo ci saranno i maggiori problemi per Ancelotti che, dovendo fare di necessità virtù, sostituirà Pirlo con Ambrosini e dovrebbe impiegare negli altri ruoli della mediana ringhio Gattuso e Brocchi, che renderanno il centrocampo molto muscolare ma tecnicamente poco dotato, tenuto anche conto che le caratteristiche di Ambrosiani non collimano con quelle dell’assente Pirlo.
In attacco, invece, spazio a Kakà e Seedorf alle spalle del rigenerato Inzaghi (che pare aver vinto sia il ballottaggio con Pato che con Gilardino). I tre cercheranno di infilare la difesa azzurra con una sorta di movimento ad “elastico” – con il continuo arretramento sia di Kakà che di Seedorf – che dovrebbe allargare le maglie difensive partenopee e consentire ad Inzaghi di muoversi in spazi più larghi e sfruttare al massimo sia le sue qualità realizzative che gli eventuali sbandamenti dei difensori azzurri.
Questa dovrebbe essere la formazione iniziale preferita da Ancelotti, anche se decisioni dell’ultima ora potrebbero far assumere al tecnico scelte diverse. Infatti, giocatori come Oddo, Pato e Giardino potrebbero fargli cambiare idea circa il loro impiego, fermo restando che, a secondo dell’andamento della partita, qualcuno dei tre potrebbe entrare nel corso della gara.
Da segnalare, in casa rossonera, la convocazione di Ibrahim Ba, centrocampista francese che non gioca una partita ormai da anni.
Come detto, la gara vedrà i rossoneri cercare la vittoria ed il Napoli deciso a salutare i propri tifosi con la classica ciliegina sulla torta, le emozioni quindi non dovrebbero mancare per la gioia dei sessantamila che affolleranno gli spalti del San Paolo, a dimostrazione ulteriore – se mai ce ne fosse ancora bisogno – che Napoli vive con il Napoli.

Gianni Doriano
 

Condividi
Articolo precedenteCalcio: risultati e classifica del 39° turno di serie B
Prossimo articoloLavezzi:”I Napoletani ameranno per sempre il Pampa Sosa”
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here