Frenano Lazio ed Udinese, il Napoli rivede le “stelle”: la “zona Champions” è ora a -5

0
25

"E quindi uscimmo a riveder le stelle". No, non è il Dante Alighieri del canto XXXIV dell'Inferno ma bensì un sorridente Walter Mazzarri che, al termine dei match in notturna di Lazio ed Udinese, riguardando la classifica, ha la possibilità di veder poco distanti le "stelle dorate" della "zona Champions". Sì, proprio così. Perchè sia i biancocelesti che i friulani hanno deluso le attese della vigilia incassando una roboante sconfitta in trasferta la prima, ed un anonimo pareggio interno la seconda. Magri bottini (un solo punto in due) che fissano a quota 42 l'attuale soglia per l'ambito terzo posto. A soli cinque punti dal Napoli che, a quota 37 (con la Roma vicente nel pomeriggio contro il Parma, a 38, e l'Inter a 36), resta in scia delle battistrada in vista della bagarre che da qui a fine campionato contraddistinguerà la corsa verso la qualificazione all'Europa che conta. Ma, al di là dei passi falsi, fanno ben sperare i tifosi azzurri anche le prestazioni delle concorrenti. L'Udinese, senza Di Natale, è una squadra spuntata incapace di ferire. Lo 0 a 0 contro il Cagliari, è stato reso perciò possibile anche grazie ad un'ottima prestazione di Handanovic, capace di frenare l'impeto dei sardi. Male, anzi malissimo, la Lazio di Reja che in Sicilia ha subito cinque goal in soli 50 minuti, soccombendo poi per 5 ad 1. Le reti di Barreto, Donati, Silvestre, Budan e Miccoli per i rosanero, hanno reso vana la rete della bandiera nel finale di Kozak. Il piazzamento Champions, in attesa del Chelsea, è oggi più vicino.


Josi Gerardo Della Ragione – Redazione NapoliSoccer.NET

LASCIA UN COMMENTO