Reja: “Costa? Certo che lo conosco…”

0
27

"DOMANI SOSA SARA’ CAPITANO"
"MARINO SA MUOVERSI CON ABILITA’. SPERIAMO DI CENTRARE TUTTI GLI OBIETTIVI".

L’allenatore del Napoli Edy Reja è intervenuto in diretta a Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live: “La qualificazione in Europa? Una speranzella c’è, cercheremo di ottenere il massimo dalle ultime partite, a cominciare da domani col Milan. Ad ogni modo, lo stimolo è altissimo. Anche con i ragazzi abbiamo parlato di questa possibilità in settimana: sarebbe un grandissimo successo approdare in Europa al primo anno di serie A e per questo mi chiedo: perché non sfruttare questa occasione? Se sono d’accordo con l’ipotesi-Intertoto? Ne parleremo se saremo qualificati, ora il problema è raggiungere l’obiettivo. Se poi addirittura c’è l’ipotesi-Uefa (per il mancato ottenimento della licenza-Uefa, ndr) ancora meglio, ma noi non ci illudiamo, anche se quella sarebbe un’altra opportunità. L’obiettivo è comunque difficile da raggiungere: il calendario è a noi avverso, sappiamo che dobbiamo fare più punti possibile e ci proveremo con tutte le forze. Se però guardiamo le partite della altre ci accorgiamo che Palermo, Atalanta e Genoa hanno un calendario migliore: in tal senso mi sembra che i liguri siano i favoriti per conquistare l’ottavo posto”.

Perché il Napoli è tanto sfavorito col Milan? “E’ ovvio che sia così – ha ammesso Reja all’emittente campana – soprattutto perchè il Milan ha trovato di recente condizione fisica, morale, la squadra sta esprimendo al massimo i valori che ha . Ora è in grande forma ed è per questo temibile. Noi però abbiamo il San Paolo che è il nostro grande alleato: dovremo sfruttare al massimo il fattore interno, l’impegno e la massima attenzione l’avremo senza dubbio. Dovremo ripetere il primo tempo di Milano dell’andata? Non sarebbe male. Ricordo quella partita, c’era la festa del centenario, noi sembravamo la vittima sacrificale. Invece abbiamo fatto bene il primo tempo, nel quale abbiamo giocato anche meglio dei rossoneri. Poi i loro campioni, Kakà, Pato e Ronaldo nella ripresa hanno risolto la gara sfruttando al meglio le occasioni. In tal senso domani dovremo evitare di concedere spazio ai talenti rossoneri, non dovremmo farli ragionare”.

Domani Sosa giocherà la sua ultima partita in maglia azzurra al San Paolo… ”Dobbiamo essere tutti molto grati a Sosa: è stato un elemento molto importante di questo Napoli, sia dal punto di vista tecnico che umano. Tutte le volte che l’ho chiamato in causa è sempre stato disponibile, ci ha risolto parecchi problemi in C, in B come in A. E’ stato inoltre molto importante all’interno dello spogliatoio: un leader silenzioso, non è mai andato sopra le righe, ha dato una grossa mano ai giocatori. Bisogna fargli i complimenti per tutto quello che ha dato, al Napoli e alla squadra. Peccato che vada via, poteva tornare ancora utile alla causa azzurra. Se domani giocherà, Sosa indosserà la fascia di capitano”.

Dove si decide Napoli-Milan? “Credo si possa decidere a centrocampo: i rossoneri hanno giocatori importanti in ogni settore, certo hanno una bella cerniera in linea mediana. Mancerà Pirlo, ma ci sono Ambrosini, Gattuso, c’è la qualità di Seedorf. Insomma, con le debite proporzioni, il Milan assomiglia a noi, punta sul possesso palla. Noi faremo altrettanto, mi auguro che ne venga fuori una bella partita”.

Lei conosce solo Costa Crociere o anche calciatori che si chiamano Costa? “Certo che conosco anche alcuni giocatori che si chiamano Costa… Marino si sa muovere con abilità, speriamo di riuscire a centrare tutti gli obiettivi di mercato”.
Redazione NapoliSoccer.NET

LASCIA UN COMMENTO