L’editoriale: Vere lacrime “Napulitane”

4
51

Lavezzi-a-terraQuelle lacrime versate subito dopo l’uscita per infortunio alla caviglia in occasione di Napoli – Palermo sono l’esatta rappresentazione della dimensione attuale di Lavezzi che ama essere Pocho ma soprattutto si sente, adesso, napoletano dentro e per questo desideroso di vittorie al pari dei suoi tifosi.
Il Lavezzi prima maniera, guaglione, capellone e talvolta confusionario in campo, sta lasciando il posto ad un uomo che non solo nell’aspetto esteriore, che appare adesso curato nel modo giusto, sta rapidamente consacrandosi come il vero leader della squadra facendo crescere nei tifosi la voglia di sognare e raggiungere qualcosa in più di un pur sempre prestigioso piazzamento in Europa League.
I suoi dribbling e gli affondi in velocità sono si la caparbia espressione di una forza d’urto che stravolge qualsiasi tattica difensiva delle squadre avversarie ma, soprattutto, l’affermarsi della sua voglia di essere, da un lato, il Pocho dei ragazzi della curva e di tutto il San Paolo, e dall’altro l’espressione più vera di uno scugnizzo argentino-napoletano.
Si perché nei suoi occhi, nei suoi gesti e nella sua, a volte, colpevole modestia si rivede quel qualcosa di assoluto che rimarrà per sempre nella memoria di chi , come me, ha visto, avvolto dalla magia di una maglia azzurra che portava impresso, maestoso, Il numero 10, il più talentuoso calciatore argentino che abbia mai calcato i campi di calcio regalarci il “Sogno” con la sua immensa e, per ora, inimitabile classe.
E’ anche per questo che quelle lacrime, ora e più che mai, sento di poterle definire “Napulitane”.
 

Raffaele Castiello per Napolisoccer.NET

Condividi
Articolo precedenteOggi il sorteggio Uefa. Seguilo su NapoliSoccer.Net dalle 13.00
Prossimo articoloOttavi di Coppa Italia: Napoli-Bologna su Rai 2
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

4 Commenti

  1. Sono con te caro POCHO, quello dell’ incidente è solo un modo per creare dei falsi problemi intorno alla tua immagine,per creare dei fastidi alla squadra ma TU sei molto+forte delle male lingue………riprenditi e ritorna +forte di prima !!!! SEI un giocatore formidabile e il Napoli dipende da te, dalle tue giocate,possono dire quello che vogliono ma ti stai mostrando per quello che sei ossia un CAMPIONE !!!!
    VAI POCHO NAPOLI è CON TE !!!!!!

  2. lavezzi parla di meno e passa di pù la palla, perchè a volte ti interstardisci e perdi anche il pallone.
    ha ragione che gli accostamenrti con il 10 ,non sono assolutamente proponibili,lui era un genio concreto,tu solo un buon giocatore che dovrebbe guardare i compagni e passare delle palle gol.
    un consiglio cerca di alzare la testa prima di avventurarti in dribbling inconcludenti.

LASCIA UN COMMENTO