Diego incorona Lavezzi «Farà impazzire Napoli. Pelè? … un moretto!»

3
53

E allora, Diego, una vacanza tutta sole e calcio? «No. Ci sarà spazio anche per il golf e per il tennis. Sono venuto per dare lezioni al mio amico Salvatore Bagni». Lunedì, però gran gala all’Olimpico. «Era già deciso che tornassi. Quando poi ho saputo della Partita del Cuore ho avuto anche un motivo in più per essere in Italia». Un motivo nobile. «Certo, la beneficenza è una cosa bella e seria. Ma beneficenza o no, quando c’è di mezzo un pallone provo sempre gioia». A proposito di gioia. Anche il Napoli è felice. Sta concludendo un gran bel campionato e domenica gioca con il Milan. Non ti viene voglia di fare una sorpresa ai napoletani? «Cioé essere domenica al San Paolo? No, non ci sarò. Ma del Napoli so tutto. Sono felice per la squadra e per la gente. E certe partite contro il Milan di Sacchi non le ho dimenticate». Domenica sarà anche l’ultima di Sosa. Ha già detto addio. Torna in Argentina. «Una decisione che va rispettata. El Pampa è un grande. È stato importante per la risalita del Napoli. Giocherà con il Gimnasia, lo so. Vuol dire che ci rivedremo a casa». Lavezzi. Che ne pensi? «È il giocatore giusto al posto giusto. Lui è fatto per giocare a Napoli. Non è certo un caso che oggi sia lui l’idolo del tifo». Europei. Che cosa t’aspetti dall’Italia campione del mondo? «Mi aspetto sempre il meglio. Sarei deluso se arrivasse anche solo al secondo posto. Fossi io Donadoni, agli Europei porterei anche Ciro Ferrara». Ma oggi chi è il più bravo al mondo? «Non ho dubbi: Ronaldinho. Gli altri inseguono, ma sono molto, molto dietro». Cose giuste e cose ingiuste. Pelè ha detto che se revocano medaglie e titoli agli olimpionici scoperti poi dopati, dovrebbero togliere trofei e titoli anche a te. Non merita una risposta il brasiliano? «Sino ad oggi non ho replicato perché ho trovato di bassissimo profilo quel che ha detto. Di sicuro, però, quel moretto là prima di parlare di me dovrebbe imparare a curarsi meglio dei suoi figli». Moretto? Sarai accusato di razzismo. «Macché. Da noi in Argentina non è un termine offensivo. Anzi, è detto quasi con simpatia».

NapoliSoccer.Net – Tratta da Il Mattino

3 COMMENTS

  1. scusami…in che senso rispetto?…magari di rispetto ne dovrebbe avere pele’… per quello che dice su Diego…poi avro’ pure frainteso cio’ che hai detto..(cosa alquanto probabile…XD)

LEAVE A REPLY