Mazzarri: “Nella vittoria ci ho sempre creduto e ci abbiamo provato fino alla fine”

7
17

mazzarri05Il tecnico del Napoli Walter Mazzarri; E’ una bella soddisfazione anche se da un minuto a questa parte sono già preoccupato per la partita con il Lecce, visto quello che abbiamo speso oggi e nella partita di Genova. Il Napoli ha vinto meritatamente. Poi la Steaua nel ranking internazionale era davanti a noi, quindi c’è grande soddisfazion. Se vinciamo tutte le partite – scherza Mazzarri – sono anche disposto a stare sempre in tribuna. Per vincere le partite bisogna soffrire. Noi non siamo perfetti ma non possiamo esserlo perché il processo di crescita, di cui mi prendo anche io il merito, è in corso ed è vertiginoso. Da quando siamo arrivati con la mia gestione la scorsa stagione abbiamo creato un gruppo veramente eccezionale. Quello che stiamo facendo tutti insieme sono delle grandi cose e va apprezzato. In questo calcio però bisogna fare le cose in modo razionale. Le cose vanno fatte con una certa logica se no si fa come le cicale che si canta tre giorni e poi si muore. Qui si cerca di fare questo anche a livello societario e credo che vada apprezzato.
Oggi chiuso in quella scatola ho vissuto una partita virtuale, l’ho vissuta male, in modo strano, non ero abituato. Nella vittoria ci ho sempre creduto ed i miei collaboratori sapevano cosa fare. Le abbiamo provate tutte fino alla fine, basta vedere i cambi. Alla fine, soprattutto nel secondo tempo, avevamo avuto diverse palle gol per sbloccare la partita. Se mancano Cambiasso ed Eto’o nell’Inter è la stessa Inter? Così se mancano Gargano e Lavezzi. Poi ho dovuto fare delle considerazioni su alcuni elementi anche sapendo che abbiamo il Lecce”.
“Poi quando si vuol giocare bene al calcio bisogna essere in due. Loro sono una squadra esperta e sono venuti qui contando su due risultati. Quando una squadra, qualsiasi essa sia, si mette con quattro davanti alla difesa e 5 a centrocampo non è facile giocare. Sarebbe dovuta entrare la prima palla gol di Cavani nel primo tempo per vedere un bel calcio. Il Napoli ha cercato di fare gradualmente la partita aspettando che poi si stancassero, era una strategia studiata perché lo si sapeva che la partita sarebbe stata difficile per l’atteggiamento della squadra avversaria. Io il mago non lo faccio però vi dico che le mie squadre di solito tengono un ranch di continuità e nel finale vengono fuori, basta vedere gli ultimi undici anni in cui ho allenato. Poi bisogna considerare anche le forze in campo delle altre squadre. Non perché il Napoli non abbia un blasone ma perché bisogna considerare anche squadre come Milan, Inter, Juve. Basta pensare che noi con uno stipendio di Ibrahimovic ci paghiamo mezza squadra nostra. Il Napoli solo tre anni fa era in serie B. Sono tutte una serie di cose che vanno considerate. Se non si pensa a queste cose, presi dall’entusiasmo, si tende sempre ad alzare l’asticella. Noi comunque cercheremo di fare sempre meglio”.
Dall'inviato in sala stampa, Gennaro Gambardella – NapoliSoccer.NET

7 Commenti

  1. sono strafelice per la vittoria del NAPOLI, sto ancora godendo,godo ancora di+ se penso a qui “pseudo.tifosi”che non stavano aspettando altro che la fine della partita per mettere in croce MAZZARRI&C; è vero la partita è stata brutta si è sentita l’assenza di Lavezzi(ESCLUSO L’ASSALTO FINALE,COMPRESO IL PALO DI CAVANI) passaggi sbagliati,erano fin troppo concentrari,
    però MAZZARRI conoscendo il “gruppo” l’aveva detto in conferenza stampa ci vorrà TESTA e CUORE così è stato,nessuno dei nostri giocatori effettivamente conosce la pressione di una partita dentro o fuori,però sei vinci partite come queste o come in casa contro il Palermo all’ultimo secondo opp domenica scorsa battere il Genoa a Marassi,(battuta anche la Sampdoria)non è matematicamente possibile se non si ha un grandissimo gruppoOo !! se permettete un GRAZIE va anche a MAZZARRI !!!!
    Ora rulliamo anche il Lecce, peccato per la difesa da rinventare,ma possiamo finire con il cosidetto botto !!!
    FORZA RAGAZZI…..

  2. che vi dicevo? i criticoni ora non li voglio piu’ sentire! mi riferisco a quelli che usano la tastiera solo per criticare! a coloro che non sono mai contenti di nulla e pretendono, pretendono, pretendono,su cannavaro quante ne ho sentite! mercenario,vada con suo fratello a raccogliere le banane, in mezzo ai cammelli e quant’altro. paolo ha dimostrato di avere le palle,non ha sbagliato un intervento e secondo me l’arbitro l’ha cacciato fuori, ma non centrava nulla col fallo boh. comunque lui ed aronica hanno fatto una grande partita perfetta! poi ho visto un grande ritorno di marechiaro grande partita la sua, secondo me la migliore fino ad ora! ha corso quanto tutte le partite che ha giocato in precedenza messe assieme zunica come scrive questo qua sopra non e’ affatto da due, ha giocato in un ruolo non suo, si e’ sacrificato tanto e ha corso come mai fino ad ora, solo per l’impegno gli darei almeno 6.a dispetto di quanto molti dicono, a me vitale e’ piaciuto e piace. spesso supera l’uomo ed e’ velocissimo oltre ad avere dei buoni piedi.ottima alternativa con dossena. un plauso va a mazzarri per la strategia adottata. forza napoli

  3. E’ estremamente giusto quello che dice mazzarri ma se non si alza mai l’asticella non si fanno mai i record ! e poi lasciaci sognare ..è l’unica cosa che ancora non ci hanno tassato !!!!

  4. bhe direi che zuniga ha dimostrato di essere un bidone.. sia a destra suo ruole che sinistra che quando ha giocato al posto di maggio.. pazienza nn mene voglia ma cn il pallone sta litigato… io venderei questi 2 + blasi e cribari per prendere federico fernandez almiron iturbe e britos.. aurelio ora è il momento caccie e sord!!!

  5. per me ottimo napoli …quindi contento di zuniga vitale aronica ecc…l’allenatore gli ha detto di stare li ..e lo ha fatto ..ha preso 2 si..ma punizioni dal limiteke nn sono state sfuttate…ed ha corso per tutta la partita…giocatore da tenere assolutamente..quando sta fuori accetta sempre..DA NN VENDERE

LASCIA UN COMMENTO