Tutti i numeri della “sedicesima”

0
31

Ancora una giornata, la sedicesima, in cui anticipi, posticipi e il rinvio della gara Inter-Cesena, costituiscono oltre il 60% delle partite, turno che è stato in dubbio fino a pochi giorni fa quando lo sciopero per il contratto collettivo dei calciatori che sembrava inevitabile è stato revocato.
Due le partite che aprono la sedicesima; la prima, in un ideale ordine alfabetico è PalermoParma, con i siciliani, settimi a ventitre punti, che hanno interrotto al San Paolo una striscia di tre vittorie consecutive e i ducali che con i loro diciotto punti non possono sentirsi tranquilli. Il Palermo ha, in casa, il terzo attacco della stagione con quattordici reti, dietro Milan e Juve.
L’Udinese ospita la Fiorentina nel secondo anticipo pomeridiano del sabato. I friulani hanno venti punti, uno più dei toscani, entrambe le squadre galleggiano in un limbo di centro classifica con differenza reti zero. La vittoria esterna manca per i toscani dalla ventottesima giornata della scorsa stagione, Napoli-Fiorentina 3-1, da quella data, lontano dal “Franchi”, la Fiorentina ha raccolto quattro punti in dodici gare.
GenoaNapoli è l’anticipo serale del sabato. I ventuno punti dei grifoni valgono un solitario nono posto per una squadra che sta cambiando pelle dopo l’esonero di Gasperini, che magari produce meno gioco, realizza meno goal, ma sicuramente ne incassa di meno (tre nelle cinque partite con Ballardini in panca). Il Napoli, ventisette punti e terzo posto insieme alla Juventus, vuole riscattare le ultime due sconfitte esterne. La squadra di Mazzarri, con i suoi quattordici punti lontano dal San Paolo, rimane però squadra corsara, seconda in trasferta solo alla Juventus.
L’anticipo meridiano della domenica è BolognaMilan. La società emiliana sta distruggendo tutto quello che gli uomini di Malesani stanno costruendo. Il Bologna ha conquistato giocando una posizione tranquilla di classifica (venti punti, diciannove a causa della penalizzazione) che già decurtati di uno, saranno quasi sicuramente tagliati di altri tre e che porteranno la squadra a lottare nel pantano della bassa classifica. Se aggiungiamo a questo la messa in mora da parte dei giocatori che non percepiscono stipendio da molti mesi, sarà difficile per gli emiliani mantenersi concentrati contro la capolista. Il Milan, trentatre punti in quindici gare, primato solitario in classifica, hanno realizzato in trasferta quattordici punti contro i quindici casalinghi del Bologna che, al “Dall’Ara” è ancora imbattuto potendo vantare in casa, la migliore difesa (solo tre reti subite) del campionato.
La partita che, sempre in ordine alfabetico, apre il turno “regolare” della domenica è  Brescia Sampdoria. Il Brescia ha sostituito Iachini con Beretta in settimana ed è penultimo a dodici punti in coabitazione con Cesena e Lecce. La squadra lombarda non vince da undici gare, dalla vittoria casalinga con la Roma del 22 settembre. La Sampdoria condivide il suo quinto posto a ventitre punti con Inter, Palermo e Roma e ha migliorato leggermente le sue medie da quando Cassano è stato messo fuori squadra. Undici punti in otto gare prima della lite Cassano-Garrone (dei cui sviluppi Napolisoccer.NET ha dato conto nei giorni  passati) dodici punti conquistati sul campo nelle sette giornate senza Cassano, così come le otto reti subite nelle prime otto giornate contro le quattro subite nelle ultime sette, hanno fatto prendere le distanze dal fantasista barese anche al portiere doriano Curci.
CagliariCatania vede di fronte due squadre che lottano per un posto tranquillo. Il Catania ha diciotto punti, diciassette il Cagliari. Sono quattordici le trasferte consecutive senza vittoria degli etnei che non vincono fuori casa dalla ventitreesima giornata della scorsa stagione, vittoria esterna contro la Lazio. Gli uomini di Donadoni, dopo due vittorie contro Lecce e Brescia, hanno subito uno stop contro la Fiorentina.
LecceChievo vede di fronte i salentini, peggiore difesa del campionato con trentuno reti subite nelle prime quindici giornate e  dodici punti di cui però undici guadagnati in casa, e i clivensi che con i loro venti punti, occupano una posizione di classifica tranquilla.
La Roma attende il fanalino di coda Bari. Gli uomini di Ranieri sono imbattuti in casa dove hanno racimolato diciassette dei loro ventitre punti in classifica. I pugliesi, mestamente ultimi a dieci punti, non hanno ancora mai vinto in trasferta, quest’anno, dove hanno raccolto solo due pareggi in sette gare esterne. Due curiosità: l’ultima vittoria esterna del Bari coincide con l'ultima della Fiorentina, ventottesima giornata della scorsa stagione. Altra coincidenza: come per il Catania, anche il Bari ha vinto in quella occasione contro la Lazio all’Olimpico.
JuventusLazio è il posticipo serale della domenica, scontro di vertice tra la seconda e la terza in classifica. Una vittoria dei bianconeri consentirebbe l’aggancio al secondo posto. Gli uomini di Del Neri hanno ventisette punti, come il Napoli, dodici dei quali guadagnati in sette gare casalinghe. È proprio tra le mura amiche che la granitica difesa bianconera si squaglia, sono infatti undici le reti subite dai bianconeri nelle sette gare disputate al “Delle Alpi”, e che valgono alla Juve il “primato” di peggiore difesa casalinga della stagione.
InterCesena è stata rinviata per consentire ai nerazzurri di partecipare al FIFA Club World Cup.

Il programma completo della sedicesima:

Palermo – Parma, sabato 11 dicembre, ore 18.00
Udinese – Fiorentina, sabato 11 dicembre, ore 18.00
Genoa – Napoli, sabato 11 dicembre, ore 20.45

Domenica 12 dicembre, ore 12.30
Bologna – Milan

Domenica 12 dicembre, ore 15.00
Brescia – Sampdoria
Cagliari – Catania
Lecce – Chievo
Roma – Bari

Domenica 12 dicembre, ore 20.45
Juventus – Lazio

Domenico Infante – Napolisoccer.NET

LASCIA UN COMMENTO