Napoli, il caso Iezzo apre il mercato

0
32

«Intendo onorare il contratto con il Napoli, la squadra di cui sono anche un grande tifoso». Queste le parole di Gennaro Iezzo la settimana scorsa quando, presente il dg Marino, il portiere e Domizzi furono autorizzati ad interrompere il silenzio stampa per chiarire una vicenda legata ai rapporti tra i due calciatori. Sono trascorsi pochi giorni da quel pomeriggio e ieri il procuratore di Iezzo, Luca Urbani ha messo sul mercato il suo assistito: «Non è da escludere la partenza di Iezzo a fine campionato dal momento che tutti e tre i portieri sono contrattualizzati. In sede di mercato ne discuteremo con Marino. Iezzo è stato acquistato a costo zero, mentre Navarro è stato pagato 4,5 milioni. Credo che il Napoli voglia far fruttare il suo investimento». Esiste una netta contrapposizione tra quanto detto da Iezzo e quanto dichiarato dal suo manager ai microfoni di radio Kiss Kiss. Iezzo, 35 anni, ha il contratto che scadrà nel 2010; Gianello, 32 anni, l’ha prolungato sino al 2011; Navarro ha un quinquennale. In attesa di conoscere il destino di Iezzo, spetterà a Reja risolvere il primo interrogativo: chi andrà tra i pali nella notturna contro il Palermo. «Iezzo torna disponibile: spetterà a Reja convocarlo o meno – ha aggiunto Urbani -. Gennaro è stato titolare per due anni e mezzo. Errori clamorosi non ne ha commessi: in C1 e in B ha disputato campionati stellari. La serie A è diversa, ma a mio avviso Gennaro non ha mai sfigurato». Chi schiererà Reja? Innanzitutto, bisognerà vedere se l’allenatore, dopo aver consultato il medico sociale De Nicola e il preparatore dei portieri Facciolo, riterrà Iezzo disponibile per andare in campo domenica sera. Ieri, Iezzo ha effettuato lo stesso lavoro degli altri portieri. In quattro, Iezzo, Gianello, Navarro e Del Giudice, si sono allenati con Facciolo. Se Iezzo risulterà disponibile, due le ipotesi: Reja impiegherà ancora Gianello che sinora si è ben comportato; Reja restituirà il ruolo a Iezzo in quanto era lui l’indiscusso titolare prima dell’infortunio. Entrambi i portieri sono certi di meritare il posto in squadra. Intanto, c’è Navarro che, dal suo punto di vista, inizia probabilmente a chiedersi: perché è stato portato in Italia per fargli fare il dodicesimo o andare addirittura in tribuna? A otto giornate dal termine del campionato, il procuratore di Iezzo ha dunque aperto il mercato del Napoli. Un mercato che vede comunque Marino già impegnato a tessere accordi, trattative, a tenere d’occhio calciatori in Italia e all’estero, a pretendere la massima attenzione dai suoi osservatori e collaboratori chiamati a visionare questo o quel talento. Sì, perché il Napoli da luglio in poi cercherà di acquistare soltanto calciatori già idonei a giocare ad alti livelli. Saranno quattro i colpi che il dg cercherà di centrare per rendere più competitiva la squadra: un difensore, un esterno, un centrocampista e una prima punta. Al momento, Marino tiene d’occhio più di un elemento. Tra i tanti, spiccano l’esterno sinistro peruviano Vargas del Catania (25 anni); il ventitreenne difensore Canini del Cagliari (il dg l’aveva già preso nel 2005, ma Canini non volle giocare in C1); il centrocampista islandese Hallfredsson della Reggina (24 anni); il venticinquenne attaccante Huntelaar dell’Ajax.

Il Mattino

Condividi
Articolo precedenteEldo e i play off contro Treviso il match chiave
Prossimo articoloZaccardo: “A Napoli sarà dura”
Giornalista e Vice Direttore di Napolisoccer.NET . Tifoso del Napoli, coniugo l'amore e la passione per gli azzurri alla deontologia propria del lavoro di giornalista. Il piacere di raccontare le vicende azzurre, con i suoi risvolti sociologici, con criticità e romanticismo quando ci vuole. Pratico la libertà d'informazione senza condizionamenti.

LASCIA UN COMMENTO