Calcio: Indagati per falsa testimonianza Capello e Giraudo

0
56

L’allenatore della Nazionale inglese, Fabio Capello e l’ex ad della Juventus Antonio Giraudo, sono stati iscritti nel registro degli indagati della procura di Roma per il reato di falsa testimonianza. L’iscrizione riguarda la loro deposizione fatta nell’ambito del processo Gea che si sta svolgendo a Roma.
Palamara il 31 marzo scorso in occasione dell’udienza del processo che vede accusati di associazione per delinquere i dirigenti della Gea ha sollecitato l’invio al suo ufficio da parte del tribunale presieduto da Luigi Fiasconaro copia del verbale di udienza e questo perché le dichiarazioni fatte da Capello e da Giraudo chiamati a testimoniare nella vicenda contrastavano per quanto riguarda Giraudo con le dichiarazioni fatte dal calciatore Trezeguet anch’egli testimone nel processo. Nel corso dell’udienza, inoltre, si era ipotizzata anche l’accusa di reticenza alla corte per i numerosi "non ricordo" proferiti dai due. Capello aveva negato di aver mai avuto rapporti con i dirigenti di Gea World e di aver ricevuto pressioni nella gestione dei calciatori ai tempi in cui era allenatore della Roma e della Juventus. "Non ho mai parlato con Luciano Moggi e non mi sono mai interessato di come venivano collocati i calciatori in esubero. Do indicazioni per acquisti e trasferimenti, poi do il compito al direttore sportivo della società di provvedere", aveva detto Capello, ascoltato in qualità di testimone nel processo che vede imputati Luciano Moggi, il figlio Alessandro, Davide Lippi, figlio dell’ex c.t. azzurro Marcello, e alcuni ex dirigenti della Gea World.
Ora dopo avere esaminato le trascrizioni degli interrogatori avvenuti in aula e le carte processuali, Palamara ha deciso di iscrivere Capello e Giraudo nel registro degli indagati.
 

 

Fonte: gasport



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here