GAME OVER: “Primo tempo da dimenticare”. L’analisi di mister Agostino Iacobelli

4
319

gameoverNuovo appuntamento con "GAME OVER", la rubrica settimanale di approfondimento ed analisi sull'ultima gara di campionato (Udinese-Napoli), curata da mister Agostino Iacobelli per Napolisoccer.NET.
Brutta battuta d’arresto per il Napoli che, con un primo tempo praticamente buttato via, regala la vittoria all’Udinese. Strepitoso Di Natale che, con bravura e fortuna, mette a segno ben tre reti. Bravura perché il secondo gol è una perla dove De Sanctis può solo stare a guardare; fortuna perché Hamsik ha regalato la terza rete con un goffo intervento. Marekiaro, nonostante il gol messo a segno, è stato colui che ha determinato in negativo la partita, considerando anche il rigore sbagliato.
Peccato perché si potevano guadagnare due punti sulla Lazio e sulla Juve, mentre ora i bianconeri hanno raggiunto i partenopei e l’Inter fa sentire il fiato sul collo.
Mazzarri aveva certamente intuito la difficoltà dell’impegno perché la formazione schierata era la migliore in assoluto, ma il mister in questo periodo si lamenta spesso della condizione fisica della squadra, sottileneando la stanchezza della compagine azzurra. Sorge dunque un interrogativo: visto che l’Europa League non si è giocata in questa settimana la stanchezza è veramente dovuta ai troppi impegni o alla mancanza di alternative? O forse è stata sbagliata la preparazione?
Certo una sconfitta ad Udine può capitare a chiunque, ma come già scritto non mi è piaciuto per nulla l’approccio alla gara. Speriamo che in futuro non ricapitino prestazioni come questa. E adesso concentrati sull’incontro decisivo di Europa League. Decisivo continuare o tornare a casa e concentrarsi sul campionato?
 

Agostino Iacobelli per Napolisoccer.NET

Condividi
Articolo precedenteLe avversarie in Europa – Utrecht sconfitto ad Almelo
Prossimo articoloReal e Mourinho umiliati dal Barca. Stampa spagnola unanime
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.


4 Commenti

  1. sono d accordo forse meglio concentrarsi sul campionato x centrare la champions poi anche de laurentis aveva detto che l europa laegue nn gli interessava ììììììììììììììììì mister forza real

  2. Mister secondo me il problema del Napoli è mentale, troppe volte si sbaglia l’approccio alle partite, ogni volta che c’è da fare il salto di qualità si cade sempre. Poi se, come lei mi insegna, crei le occasioni da gol e non le trasformi il tutto diventa sempre più difficile

  3. mi scusi mister, ma non crede che un cambio di modulo, sarebbe stato giusto e forse non si perdeva?, tutto sommato giocare anche per un pareggio micasarebbe stata la fine del mondo anzi, quello che non capisco e come fa mazzarri che stimo e apprezzo, a non capire che a volte certe in partite sarebbe meglio coprirsi un poo in piu, gli esterni al momento sono discontinui e non attraversano un momento di forma buono, la difesa di certo non e da squadra dei primi 5 o 6 posto, e allora di necessità virtù, passo a 4, insomma ma non e chiaro le cose vanno bene solo quando i tre davanti sono in piena forma, sto 3 5 2non puo anfar bene con calciatori che in questo momentio nonostantye i loro sforzi di piu non possono dare maggio e dossena sono a terra, e lòa dietro ci sono praterrie immense in cui si infilano gli attaccanti come zarate di natale ecc, ma sarebbe stato uno scandalo giocare a 4 con i due mediani davanti alla difesa, ma perche prendere un punto sia a roma che a udine non sarebbe stato meglio? non si puo vincere sempre quindi almeno si cercava di on perdere o no????

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here