Da Facebook: “Disastro rifiuti, il Napoli giochi col lutto al braccio”

14
24

La proposta-provocazione parte dal social network: «Il calcio lanci un messaggio per risolvere la crisi»
Dal popolare Facebook arriva la richiesta di aderire all'evento affinché i calciatori del Napoli giochino con il lutto al braccio in risposta all'emergenza ventennale relativa alla monnezza.  E' questa l'iniziativa che sta spopolando sul popolare social network, partita da un'idea di Ilaria Puglia. Già una settantina le persone aderenti finora, tra le quali si contano scrittori e intellettuali convinti supporter azzurri e vicini alle vicende cittadine.«Siamo riusciti a far inserire Gianluca Grava nelle figurine Panini- scrive Puglia – non vedo perché non si possa fare anche questo. Perciò chiediamo a tutti di collaborare. Se il riscatto della città deve venire dal calcio, anche il calcio deve prendere posizione. L’hanno fatto per primi gli Ultras della Curva A, ai quali, per una volta, deve andare il plauso di tutti. Non si può far finta di non vedere. Tutti possono fare qualcosa. Questo è il nostro modo di contribuire».

Redazione Napolisoccer.Net – (fonte: corriere del mezzogiorno)

14 Commenti

  1. ho appena letto un articolo di migliaccio ( giocatore del palermo ) il quale asserisce che per via dei rifiuti , lui non verrebbe mai a napoli , preferisce stare a palermo. premesso che il problema rifiuti , a palermo , non è secondario a napoli , è solo meno pubblicizzato. ma queste frasi dette da un napoletano ( vabbè di mugnano) e mi scuso con i cittadini mugnanesi, queste si che fanno male ma tant è , migliaccio tu dici che non vuoi venire a napoli ????? ma mi sa tanto , che a te nessuno ti vuole e in quanto a giocatore , sei solo un mediocre tendente al pessimo , con i piedi , ma sopratutto con la testa

  2. più che giocare con il lutto dovremo tutti fare autocritica perchè i rifiuti purtroppo sono dei napoletani e pertanto dovremmo tutti essere piu civili apartire da come disponiamo i rifiuti nelle nostre case e poi cercare di buttarli nelle pattumiere e non per strada o sull’asse mediano, e poi le discariche vanno fatte non cotestate, un po di civiltà e non pensare che debbano essere sempre gli altri a risolvere i nostri problemi, una spinta di orgoglio napoletano risolverebbe questo problema per sempre, perche dalle immagini si vedono copertoni ad rifiuti speciale che una persona per bene mai si sognerebbe di buttare nei cassonetti, quindi invece di litigare ai botteghini per un biglietto andiamo a far valere i nostri diritti da questi disonesti che deturpano questa bellissima città

  3. Bravo Giovanni!!!
    IO DIREI PIU’ CHE IL LUTTO AL BrACCIO DEI CALCIATORI del Napoli, i quali attraverso questo Sport sono Testimonial di Napoli per l’Italia e l’Europa, (e tal proposito credo che la propaganda NEGATIVA in giro per il mondo è già più che sufficiente)!!
    IO LANCEREI come PROPOSTA analoga :
    Listare a Lutto con manifesti, “ad hoc” la città di Napoli e Palazzo San Giacomo, dichiarando, :LA DEFINITIVA E LOGORANTE MORTE DELLA CIVILTA’ E DEL DECORO NAPOLETANO, PER MANO DEL SINDACO E DI TUTTE LE AUTORITA’ POLITICHE E AMMINISTRATIVE COMPETENTI DI NAPOLI E DELLA CAMPANIA
    ECCO Questo credo che sia un modo esorcizzante e di alta visibilità per quella fetta di cittadini ONESTI, PULITI, e soprattutto PERBENE che sopravvivono quotidianamente in quell’Inferno infestato da diavoli,chiamato Napoli, che noi angeli tanto amiamo!!

  4. con il lutto al braccio dovrebbero metterla chi ha combinato sto casino( e nn la squadra del napoli ) quei cari politici che voi siete andati a votare e che continuerete a farlo alle prossime elezioni visto che gli italiani sn dei coglioni nn vi dico poi i napoletani ………………………………. andate continuate a votare destra sinistra …………….ps io a titolo inforamativo sn napoletano solo che nn voto piu da anni visto che gia basta essere preso ingiro un volta quando devo pagare le infinite di tasse la seconda sarebbe quella di andare a votare ma x fortuna posso evitarla bye bye

  5. ikaro, ma perchè non fai i manifesti in cui c è scritto : cari concittadini la città è la nostra , noi , i nostri familiari , i nostri figli la viviamo , la tocchiamo , la annusiamo , le vogliamo bene . teniamola pulita facciamo vedere a quelli del nord chi siamo , non abbiamo bisogno di aiuti esterni , non vogliamo essere commiserati , guardati dall alto in basso . facciamo la differenziata senza aspettare che qualcuno prima di noi la incominci , non buttiamo carte , cicche per terra , perchè se no i vigili se ci beccano ci fanno la multa , rispettiamo i semafori , mettiamoci il casco quando andiamo con il motorino. ecco caro ikaro le cose che bisognerebbe fare non dare le colpe alla classe politica ( anche se ne hanno a volontà ) siamo sempre noi che facciamo la differenza . se napoli è morta come dici tu è solo per mano dei suoi cittadini , è tu lo sai . i politici li sciegliamo sempre noi , è sono lo specchio di come siamo noi , ne più ne meno . te lo dice un napoletano come te ma che da bimbo (45 anni ) vive a torino senza rancore …. un saluto

  6. sono condivido in pieno il pensiero di SOLOIO.
    p.s. alle prossime elezioni si candita a sindaco anche mastella (un altro grande affare per Napoli e per i Napoletani).
    auguri a tutti i Napoletani onesti e sempre forza Napoli e forza azzurri!!!!!!!!

  7. Non è una grande idea ma una grande denuncia contro chi non è stato capace di fare il proprio lavoro di autorita ‘pubblica Il lutto al braccio lo si mette solo di fronte alla perdita di una persona cara ma Napoli e i napoletani veri e onesti non sono responsabili di simili situazioni che appaiono anche ingigantite dai media ma vittime di amministrazioni municipali e statali vergognosamente incapaci…persino di saper costruire una discarica cosi’ tanto presi dallo spartirsi la torta degli appalti in cui sguazza non perseguita la mafia nostrana. Forza NAPOLI …non solo calcistica!

  8. Caro “paloefierro” e chi dice il contrario chi vuole o chiede commiserazione , chi chiede aiuti esterni, se leggi BENE ciò che ho scritto è una forma satirica di ciò che “chiede” l’articolo….Da Facebook: “Disastro rifiuti, il Napoli giochi col lutto al braccio”…..ORA SE CHI COME TE NO RIESCE A CAPIRE E A PERCEPIRE CERTI “MESSAGGI STANDO SEDUTO A TORINO DAVANTI AL CUPUTER E LEGGRE GLI ARTICOLI DEI MEDIA”, FIGURATI CHI è COINVOLTO IN PRIMA LINEA QUOTIDIAMANENTE NELLA BABELE NAPOLETANA DELLA CULTURA DEL “ma a me che me fotte!, nuje Napule e problem c’e risolvim a sule senza l’aiuto e nisciune, o Nord e razzista parlano sul male e Napule e de Napulitan ecc. ecc. ecc.”, COME GIA’ AMPIAMENTE SPIEGATO E CON LA “VISIBILITA'” DELLA GENTE PERBENE Napoletana, CHE NAPOLI SI RISCATTA DA QUESTI LUOGHI COMUNI E DAI CRONICI PROBLEMI ……..
    Ciao e credmi la mia non è retorica avversa nei tuoi confronti o di chi non vive a Napoli……”

  9. no alfredo nn dire questo xche qui a livello di politica e tutta la nazione che sta rovinata chi x un motivo chi x un altro magari al governo ci fossero uomini politici che avrebbero interessi onesti a quest’ora anche napoli nn sarebbe sotto la munezza visto che la cosa e partita proprio da li xche io vedo il governo come datore di lavoro e la citta come dipendenti ed io che sn un imprenditore nn permetterei mai di pagare gente che nn fa un minghia e x di piu ruba quindi penso di essere stato abbastanaza chaiaro a parole mie

  10. come al solito non ci siamo capiti , mi spiego , io non voglio far passare il messaggio che la colpa è sempre di qualche altra persona esempio : quarda che io la differenziata io la faccio , guarda che io sono una persona per bene etc etc . ma chi dice il contrario , io non ho mai detto che il sig ikaro ,è uno sporcaccione , io critico il sistema , è chi lo mette in piedi il sistema ???? noi e sempre noi . e poi parliamoci con franchezza , quando passeggi per la città cosa vedi dimmelo … la verità è che dobbiamo essere noi a cambiare atteggiamento dimmi chi sporca per terra con bottiglie di birra , cartoni delle pizze vuoti e quant altro finisco qua se no il nervoso mi fa salire la pressione ps io non leggo i media abito al nord ma (scusami ) mi sento più napoletano di te , io quardo i video che voi , e sottolineo voi mettete in rete e vorrei tanto che i problemi li risolvereste da soli purtroppo ho i miei dubbi …. io non faccio retorica dico soltanto le cose come stanno senza giri di parole . poi……… se vuoi cercarti o costrirti un capro espiatorio per i problemi della nostra città ………. accomodati un saluto ed un augurio

  11. ORA CAPISCO IL PERCKE’ DEL TUO NIKNAME paloefierro!!!!!
    hai parlato parlato….. la mia città….. io vivo al nord …misento napoletano più dite!!! ………………….stammi bene e buon Natale!!!

  12. Per precisare il mio non è un atteggiamento ostile nei confronti del bion palodiferro ma solo puntualizzare che come al solito si perde il senso del ragionamento ……l’articolo che stiamo comentando parla di una CERTA COSA…

  13. nonostante che l articolo vada a spegnersi , una cosa te la voglio dire lo stesso . ho parlato parlato parlato , e allora ? dammi un buon motivo per farmi ricredere su quello che ho detto . quarda , che io quando vado giù , non cammino con due fette di prosciutto sugli occhi , lo vedo come si comporta la gente . voglio essere sincero fino in fondo , il mio paese di origine , è san giuseppe vesuviano ., e tu non puoi immaginare il degrado di quel paese , anche loro parlano , parlano , ma poi sono i primi a comportarsi da vandali , sono i primi a non voler bene al loro paese . e se cerchi di farli ragionare , a momenti finisce male , ti guardano sempre con occhi di sfida , e comunque io non ho perso il senso del ragionamento , ho voluto portare il discorso ad una analisi più approfondita , e capire anche i perchè di questa situazione . se ci fai caso , tu hai parlato della classe politica come uno dei responsabili , daccordissimo !!!! ma per me non è la sola componente tu ti sei sbilanciato a trovare un colpevole o meglio ad additare un colpevole , io te ne porto altri . ciao e buone feste nb è sempre un piacere discutere con persone , che anche se sono in disaccordo , non trascendono

LASCIA UN COMMENTO