La Phard Napoli passa anche a Parma e va in semifinale

0
27

Le azzurre chiudono i quarti sul 2-0 ed attendono la vincitrice della serie Taranto-La Spezia. Detto, fatto… La Phard si sbarazza subito della Lavezzini Parma con un 2-0 nella serie dei quarti che non può che dar fiducia per il prosiego del cammino tricolore. Dopo essersi portata in vantaggio sul’1-0, ecco completare l’opera anche sul parquet emiliano del PalaCiti avendo di nuovo la meglio per 58-62, grazie ad una magistrale prova corale da campionesse d’Italia in carica, mai sotto nel punteggio. La squadra di Molino lancia così un messaggio chiaro alla prossima rivale, ovvero la vincitrice dei quarti Taranto-La Spezia, ora sull’1-0 per il team pugliese e con gara-2 in programma domani sera (giovedì 10 aprile).
Pronti, via… Ed è subito la Phard a far capire le proprie intenzioni “bellicose” infilando in poco più di un giro di lancette un parziale di 0-9, inaugurato da una tripla della Barnes, coadiuvata da Horasan e Ndiaye. La replica di Parma, però, non si fa attendere ed ecco rosicchiare a Napoli il -3 (9-6 al 3’), ma prima che la Barnes, preceduta da una “bomba” di Holland-Corn, vanifichi subito gli sforzi delle emiliane (6-15 al 7’). La Lavezzini ci riprova e, questa volta, con Screen e Van Malderen, riesce a riportarsi a contatto (13-15 al 9’). Ma la squadra azzurra è più che mai agguerrita e trova ancora nella Corn il suo miglior terminale offensivo dalla distanza chiudendo così il primo quarto sul vantaggio di 13-18. Tirare il fiato? Neanche per sogno: sul parquet del PalaCiti la lotta è serrata. Mauriello e Ndiaye rispondono ai canestri di Mahoney e Val Maldaren, come Barnes replica a Screen per il 21-24 al 13’. Si procede punto a punto, ma con Napoli a conservare sempre un leggero vantaggio grazie anche ai canestri di capitan Gentile e del pivot Lesdema. Si arriva così al 17’ con il punteggio sul 28-32 che si trasforma poi nel 32-34 con cui si chiude metà gara.
Al rientro in campo, con 4 punti di fila della Horasan seguita da Ndiaye e da Barnes, quest’ultima ancora dal perimetro, la Phard mette di nuovo la freccia e va il fuga sul +9 (34-43 al 23’). Parma, tuttavia, non è doma e con Screen e Sulciute recupera di nuovo fino al -3 (42-45 al 26’). Ma le padrone di casa non hanno fatto i conti con Gentile e Corn: sono loro infatti a riproporsi a canestro portando Napoli sul vantaggio del 46-51 che chiude la terza frazione. Ed è ancora il capitano azzurro ad aggiungere altri 2 punti in avvio dell’ultimo quarto, lanciando Napoli verso il successo: al 35’ infatti il tabellone lampeggia un azzurro 52-59, complice questa volta anche la Giauro. È ormai fatta, sebbene Parma cerchi la disperata rimonta riportandosi a -3 (57-60) quando mancano a 2 minuti al termine della sfida. Le lancette girano e le padrone di casa si devono accontentare di un solo libero infilato, mentre la Horasan chiude definitivamente i giochi in favore della Phard sul 58-62.

Il Tabellino:
LAVEZZINI PARMA 58
PHARD NAPOLI 62

LAVEZZINI PARMA: Maiorano, Stabile 7, Paparazzo, Zanoni 5, Battisodo 2, Van Malderen 17, Mahoney 6, Zanon 2, Screen 13, Sulciute 6. All. Scanzani.
PHARD NAPOLI: Paterna, Cirone, Mauriello 2, Giauro 3, Barnes 13, Gentile 9, Horasan 9, Ndiaye 12, Lesdema 2, Holland-Corn 12. All. Molino.
ARBITRI: Scudiero (Mi) e Gagliardi (Fr).
NOTE: parziali 13-18, 32-34, 46-51. Tiri da due: Parma 22/46, Napoli 15/37. Tiri da tre: Parma 2/18, Napoli 4/15. Tiri liberi: Parma 8/13, Napoli 20/23. Rimbalzi: Parma 42, Napoli 35. Uscite per 5 falli: nessuna.

Redazione NapoliSoccer.NET – Fonte: Comunicato stampa Phard Napoli

LASCIA UN COMMENTO