Le pagelle di Napolisoccer.net: Torino-Napoli

4
31

Navarro: Esordio sfortunato, poco impegnato, incolpevole in occasione delle reti granata si dimostra dinamico nelle poche occasioni in cui è chiamato in causa. 6
Santacroce: partita non all’altezza degli standard offerti finora. Inspiegabilmente fuori zona lascia campo libero a Di Michele in occasione del secondo gol granata. 5,5
Contini
: preciso nelle chiusure basse soffre la forza fisica e l’agilità di Stellone sulle palle alte. Complimenti per il gol del momentaneo pareggio. 6
Cupi: al rientro, si limita a svolgere i compiti di ordinaria amministrazione. 6
Mannini: gioca il primo tempo con il freno a mano tirato troppo preoccupato di mantenere la giusta posizione, nella ripresa – spostato sulla fascia sinistra – prova a creare superiorità numerica ma con poca efficacia. 5,5
Blasi: gara giocata con sufficiente impegno e giusta concentrazione, guadagna l’ennesimo cartellino (e l’ennesima squalifica) con un intervento irruento ed inutile. 6
Gargano: non demerita, contrasta e guadagna palloni ma non ha il solito dinamismo, evidentemente il turno di squalifica piuttosto che ricaricarlo ha contribuito ad esaurire il suo furore agonistico. Tanti recuperi, qualche buon passaggio bilanciato da vari errori in fase di impostazione, per il resto una gara che non rimarrà negli annali. 6
Hamsik: dopo un abulico primo tempo esce alla distanza nella ripresa. Sue le uniche azioni pericolose di un Napoli che non ha saputo offendere come dovuto. 6
Domizzi: troppo bloccato nel primo tempo non offre spunti alla manovra offensiva badando più alla fase difensiva che a quella offensiva, come da ordini di scuderia. Protagonista, probabilmente incolpevole, in occasione del dubbio penalty concesso ai granata. 6
Bogliacino: parte bene impegnando Sereni poi si nasconde in un cantuccio e ne esce solo in occasione della sostituzione. 5
Lavezzi: evanescente, abbandonato a se stesso si infrange senza costrutto contro la difesa avversaria quando riesce a mantenere il possesso del pallone. Riesce in un paio di occasioni a crearsi situazioni pericolose ma le conclusioni sono da dimenticare. Un paio di buoni numeri e di dribbling, il suo odierno score, giusto per guadagnarsi la sufficienza. 6

 

 

Sostituzioni:
Calaiò: gioca per dovere ma la palla non la vede. 5
Garics: il suo ingresso – almeno inizialmente – fornisce varietà alla monotonia dell’azione azzurra, ma ben presto il tutto si esaurisce. 5,5
Capparella: un paio di palle toccate e qualche incursione non possono essere sufficienti per giudicarlo. SV

 

 

Allenatore Reja: Indipendentemente dalle assenze si erano capite già in settimana le sue intenzioni. L’utilizzo di Bogliacino in attacco, anche stavolta, ha dato risultati tutt’altro che esaltanti ed il conseguente posizionamento come prima punta di Lavezzi toglie spazio all’estro dell’argentino che viene a trovarsi schiacciato tra i difensori avversari. In linea generale il Napoli si è ben disposto in campo ed è riuscito a mantenere il predominio (sterile) della manovra per lunghi tratti. Purtroppo, però, la rigidità tattica imposta dal goriziano ai suoi giocatori non ha consentito alla squadra di cambiare velocità e gioco quando è passata in svantaggio. Inoltre una manovra lenta ed orizzontale non ha consentito di dare armonia al gioco d’attacco che tra l’altro aveva l’isolato e ben marcato Lavezzi quale unico finalizzatore. 5

 

Gianni Doriano

SHARE
Previous articleCalcio: Serie A, Risultati della 36a giornata
Next articleMarino: “Rigore finto all’andata e rigore finto al ritorno”
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

4 COMMENTS

  1. Reja 2 solo per aver schierato Blasi sapendo benissimo di rischiare di perderlo per la partita col milan!!!

    Faceva giocare Pazienza oggi (tanto pure le pietre sapevano che avremmo perso oggi) e si teneva Blasi fresco per la partita col Milan dove i nostri DOVRANNO vendere carissima la pelle!!

  2. daccordissimo com luigi dm
    potresti fare tantissimi acquisti, ma con quest allenatore non vai da nessuna parte!!!
    adesso ha preso la fissa per Bogliacino, niente contro il giocatore, ma non vi pare che il “potentissmo” centrocampo a 5 sia gia tanto discusso? allora perche lo fa a 6!!!!!! si perche e inutile che ci prendiamo in giro, oggi abbiam visto il 3-6-1 dove i centrocampisti hanno giocato poco sulle fasce e il povero Lavezzi e stato lettermente sommerso dalla difesa avversaria! Pocho per 15 minuti non ha toccato palla! non per suo demerito, ma credo che per 1 solo attacante sia difficile saltare 4 difensori… anche per Lavezzi! MA LE DEVO DIRE IO STE COSE?

  3. Bravo Luigi, pienamente d’accordo.
    Ma era proprio necessario? ha fatto giocare pure capparella!
    se metteve qualche pippa in più non cambiava niente.

  4. ciao a tutti…
    ma come si fa a mettere 6 a Cupi, nell’episodio del rigore se fate caso prima che arrivasse la palla a di michele lui voleva tentare di prenderla col tacco, è una cosa normale??? mentre nel secondo goal è vero che c’è stata una distrazione da parte di santracroce ma se tu caro cupi non facevi crossare a stellone invece di fermarti lo ostacolavi, forse si evitava il secondo goal per cui per me doveva avere un 4…

LEAVE A REPLY