Brandi (Giorn.): “Il Napoli al terzo posto non è un miracolo”

0
19

A Radio Crc, durante la trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma, è intervenuto Alberto Brandi, giornalista e conduttore televisivo, che ha dichiarato: “Il Napoli ha la rosa giusta per poter mantenere il terzo posto, ha fatto investimenti importanti, e un lungo lavoro perfezionato stagione dopo stagione. La squadra è competitiva, ma manca qualche alternativa per disputare anche l’Europa League, ma sono convinto che se dovesse continuare l’avventura europea sicuramente arriverà qualche intervento a gennaio. Lavezzi, Cavani e Hamsik sono un trio formidabile. Ognuno ha peculiarità diverse. Considero migliore l’attacco di quest’ anno rispetto a quello dell’anno scorso dove c’era un Quagliarella che faticava ad integrarsi nel gruppo. Cavani insieme a Ibrahimovic sono stati i migliori colpi di mercato, entrambi con situazioni economiche vantaggiose. Credo che questa possa essere la stagione migliore per Lavezzi, cioè ci sono tutti i presupposti per arrivare in doppia cifra. Hamsik è una realtà consolidata, e basta qualche critica per riaverlo al top come è successo domenica contro il Bologna. Dopo il Mondiale c’è sempre un periodo di assestamento, l’ Inter sta balbettando, e alle sue spalle c’era già nel campionato precedente molto equilibrio. Saranno fondamentali le competizioni europee e paradossalmente saranno avvantaggiate le squadre che lasceranno l’Europa. Se Mazzarri potesse disporre delle risorse di Benitez e Mourinho, sarebbe sicuramente all’altezza della situazione. È un allenatore molto abile a mischiare le carte, a sfruttare al massimo quello che ha a disposizione, rientra nella sua filosofia cercare di non alzare gli obiettivi, e contribuire ad effettuare un miracolo. Secondo me il terzo posto del Napoli, non è un miracolo perché ha una rosa e un allenatore valido per aspirare ad inserirsi nelle prime posizioni. Mazzarri si è confrontato con grandi personalità, con Cassano alla Sampdoria per esempio, ed ha fatto sempre bella figura. Certo, allenare il Napoli e il Real Madrid non è la stessa cosa ma Mazzarri è un allenatore che ha delle qualità.
Cavani e Eto’o sono a quota 9 nella classifica dei marcatori, però Eto’o dovrà saltare tre giornate di campionato, nell’Inter prima o poi Milito dovrà tornare a segnare, quindi i due attaccanti neroazzurri dovranno dividersi i gol. Cavani vero terminale offensivo del Napoli è uno dei giocatori che catalizzano tutto il gioco di attacco
”.
 

Redazione Napolisoccer.NET (Fonte: Radio CRC)
 

Condividi
Articolo precedenteDe Luca (giorn.): “Il Napoli ha confermato di avere la voglia di essere protagonista”
Prossimo articoloDenis: “Sarà strano incontrare il Napoli”
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

LASCIA UN COMMENTO