Volpecina (ex Napoli): “Il problema maggiore per il Napoli è la discontinuità ma c’è qualità”

0
71

A Radio Crc, durante la trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma, è intervenuto Giuseppe Volpecina, difensore sinistro del Napoli del primo scudetto, che ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: "Il problema maggiore per il Napoli è la discontinuità. Hamsik e Maggio per esempio ne sono la prova. La qualità c’è, e possono fare un grande campionato, ma nelle partite più importanti come contro il Milan e la Lazio non hanno fatto una bella prestazione. Non so come ha fatto Maggio a non esultare dopo il gol contro il Bologna, io in quei pochi gol che ho segnato non sono mai riuscito a trattenermi, forse aveva già pensato di avere quel determinato comportamento. Fare gol è una cosa troppo bella e non si può perdere quell’occasione per gioire, però ognuno reagisce diversamente. Si sa che i tifosi quando giochi bene ti esaltano ma nei periodi di crisi fanno subito a criticarti, il calcio è fatto così. È ovvio che un calciatore ci resti male in seguito ad una critica , però bisogna imparare ad accettare i giudizi negativi e a far sì che siano uno sprono a migliorarsi. Nel calcio di oggi conta un mix di tante componenti; la tattica, l’organizzazione, i giocatori. Tutto dipende anche dall’obiettivo che si vuole raggiungere. Se vuoi vincere il campionato servono buoni giocatori. Quando ho vinto lo scudetto, nel Napoli c’erano giocatori importanti ma tutta la squadra li supportava. All’inizio della mia carriera anche se fisicamente ero grosso mi toccava sempre marcare la classica seconda punta. Non conta solo il fisico nel calcio, conta anche saper giocare”.
 

Redazione Napolisoccer.NET (Fonte: Radio CRC)
 



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here