Ferlaino e la combine Parma-Verona

8
27

«Quell’imbroglio ha provocato il fallimento del Napoli». Corrado Ferlaino è uscito dal calcio nel 2002, quasi due anni dopo la presunta combine tra Parma e Verona, club controllati da Tanzi, ex patron della Parmalat, secondo i magistrati emiliani. «In oltre 30 anni le cose più brutte che ho visto sono state due e una delle due è quel match che costò la retrocessione al Napoli in B».

Dopo la vittoria del Verona a Parma, Patrizia Boldoni, sua ex moglie e socia, presentò un esposto alla Procura di Parma.
«Denunciò Tanzi, non avrei potuto farlo io perché ero tesserato. Ma quella denuncia è incredibilmente sparita, cestinata da qualche magistrato forse amico di Tanzi. Io parlai con Carraro, invece».

Cosa le disse il presidente della Lega?
«Che perdevamo tempo sulla storia della doppia proprietà, invece assolutamente vera. Il Napoli venne imbrogliato. Se il Verona fosse retrocesso, Tanzi avrebbe perso tanti miliardi ed ecco perché venne organizzata quella operazione da Pastorello».

Lei è stato per molti anni amico di Tanzi: con lui parlò mai di quella partita?
«Sì, più volte. Però lui cambiava discorso, era chiaro che non voleva trattare l’argomento. Tanzi ha tutelato i suoi interessi, però io non capisco invece il comportamento di Carraro: era una situazione non lecita, eppure da lui ci venne detto che era regolare. Tanzi era un uomo molto potente anche nel calcio: si diceva che suo figlio Stefano dovesse diventare presidente della Lega».

Ferlaino, cosa ha provato leggendo i documenti della Procura emiliana e ascoltando il servizio di «Report» sui rapporti Parma-Verona?
«La stessa sensazione di dieci anni fa: il Napoli fu imbrogliato e danneggiato. Il Verona vinse in trasferta soltanto quella partita su diciassette, decisiva per la sua salvezza, ai nostri danni. Io faccio l’ingegnere, sono stato a lungo presidente di una squadra di calcio, non sono esperto di questioni legali, però credo che questa vicenda possa meritare l’attenzione dei magistrati che hanno indagato sul fallimento del Napoli».

Qual è il nesso tra quel crac del 2004 e quella combine del 2001?
«Se non fossimo retrocessi, non saremmo mai falliti. Lo spiego con le cifre. In serie A avremmo incassato dalle tv molti miliardi di lire, almeno 40 o 60. Invece, in serie B ne ottenemmo 10. Pagammo a carissimo prezzo la furbata del Parma e del Verona, non soltanto sotto l’aspetto calcistico. Da quanto mi risulta, in caso di fallimento c’è la possibilità di approfondire fatti accaduti fino a quindici anni prima, quindi quell’episodio gravissimo dovrebbe essere valutato, come i comportamenti di Tanzi e Pastorello».

Cosa sarebbe cambiato per il Napoli se Parma-Verona fosse stata una partita regolare? «Tanto, tutto. Per la società, per chi la dirigeva, per i tifosi. Ma fu un disastro. Anzi, una vergogna».
 

Fonte: ilmessaggero.it

Condividi
Articolo precedenteIl Napoli si riprende il terzo posto, Mazzarri torna a sorridere
Prossimo articoloDamiani: “Il Napoli ha un tridente fortissimo”
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

8 Commenti

  1. Ma quanto è squallido e senza palle, Ferlaino eri e rimani una nullità!!

    Che vergogna, questo dopo 10 anni se ne esce con queste dichiarazioni, dopo essere stato culo e camicia con la famiglia Tanzi e i suoi collaboratori.

    Chi sta con Ferlaino , non sta con me e con le persone serie come i DeLa e i Bigon.

    W la legalità, abbasso i Ferlaino!

    Gianluca

  2. bluemastiffs , mi è testimone , io lo avevo già detto all indomani della partita contro il parma che c era stata combine . per questo avevo esortato i nostri campioni a stravincere , purtroppo quella pagina nera del calcio me la ricordo come se fosse ieri . mi ricordo anche di quello che disse fabio cannavaro dopo la partita . testuale : un giornalista rivolse una domanda a fabio inerente al fatto se lui fosse al corrente , di una eventuale combine tra verona e parma , per mandare il napoli in serie b , rispose . io non ho avuto nessun sentore di una eventuale combine , figuratevi se potevo accettarla , io sono napoletano. sappiamo tutti di come è andata a finire

  3. Visto che Corbelli aveva fatto l’esposto , e ora e’ risaputo che tanzi era il propietario di verona e parma, e’ logico che il Napoli ando’ in b per quello
    Ferlaino o Delaurentis chiedano i danni

  4. ferlaino ha scoperto l’acqua calda……… comunque in serie B ci siamo andati perchè la società del napoli allora era da serie D.

    poi fecero la pastetta tra parma e verona, come purtroppo ancora accade oggi.

    caro ferlaino ma a MARADONA invece chi gli ha fatto la combine ???????

    forza napoli.

LASCIA UN COMMENTO